Bridgerton 2 (2022): Passioni, doveri e pettegolezzi

Bridgerton 2 seconda stagione locandina

Bridgerton 2

Titolo originale: Bridgerton

Anno: 2022

Paese: Stati Uniti d’America

Genere: Sentimentale

Casa di Produzione: Shondaland

Distribuzione: Netflix

Ideatore: Chris Van Dusen

Stagione: 2

Puntate: 8

Fotografia: Jeffrey Jur, Philipp Blaubach

Musica: Kris Bowers

Attori: Jonathan Bailey, Simone Ashley, Charithra Chandran, Phoebe Dynevor. Adjoa Andoh, Ruth Gemmell, Nicola Coughlan, Julie Andrews, Luke Newton, Luke Thompson, Claudia Jessie, Harriet Cains, Bessie Carter, Florence Hunt, Will Tilston, Polly Walker, Golda Rosheuvel

Trailer italiano di Bridgerton 2

La prima stagione di Bridgerton, serie prodotta da Shonda Rhimes e ideata da Chris Van Dusen basandosi sull’omonima saga di romanzi scritti da Julia Quinn, fu un enorme successo, ottenendo in soli 28 giorni ben 82 milioni di visualizzazioni, numeri che l’hanno resa uno dei punti di diamante delle produzioni originali Netflix, nonostante la critica non l’abbia pienamente apprezzata soprattutto a causa della poca fedeltà storica, assenza di fedeltà che si avvince fin dalla scelta del cast, dove viene scelto Regé-Jean Page, attore di colore, per interpretare il personaggio del duca di Hastings, ben scordandosi che nell’epoca Regency era impossibile che un uomo di colore potesse avere un ruolo di rilievo nella società inglese.  Nonostante il poco apprezzamento della critica, la serie è stata rinnovata per una seconda stagione, disponibile dal 25 marzo 2022 su Netflix, che va a sviluppare nel linguaggio della settima arte la storia presente nel romanzo Il visconte che mi amava, secondo capitolo della saga letteraria dei Bridgerton, pubblicato nel 2000.

Trama di Bridgerton 2

In un utopica Età della reggenza inglese, ogni anno si aprono le danze della ricerca dell’amore, dove le giovani ragazze fanno il loro debutto nell’alta società dinanzi alla Regina Carlotta di Meclemburgo-Strelitz (Golda Rosheuvel), colei, che con il suo sguardo vigile, dovrà scegliere una tra quelle ragazze da insignire con il titolo di diamante della stagione. Ogni ragazza vuole ricoprire questo ruolo, tutte tranne Eloise Bridgerton, molto diversa dalla sorella Daphne, che nella passata stagione era il prezioso diamante. Ma cosa comporta essere scelte come diamante dalla regina in persona? Avere su di sé l’attenzione della scrittrice di pettegolezzi Lady Whistledown e quella di tutti gli uomini più facoltosi che vorranno sposarla.

Anthony, II Visconte Bridgerton è un illustre scapolo ma in questa stagione ha deciso di mettersi in gioco e tentare di trovarsi una moglie, che deve essere una donna istruita e in grado di ricoprire il ruolo di Viscontessa Bridgerton. Il suo lavoro di ricerca è facilitato dalla scelta della Regina Carlotta di Meclemburgo-Strelitz che denomina come nuovo diamante una giovane fanciulla appena arrivata a Londra, Edwina Sharma. Il visconte si prodigherà nel corteggiamento ma in questa sua sfida troverà un importante ostacolo: la sorellastra maggiore di Edwina, Kate Sharma contraria alle nozze dopo aver saputo che Anthony non si sposa per amore ma solo per dovere.

Bridgerton. (L to R) Simone Ashley as Kate Sharma, Jonathan Bailey as Anthony Bridgerton, Charithra Chandran as Edwina Sharma in episode 203 of Bridgerton. Cr. Liam DanielNetflix © 2022
Bridgerton. (L to R) Simone Ashley as Kate Sharma, Jonathan Bailey as Anthony Bridgerton, Charithra Chandran as Edwina Sharma in episode 203 of Bridgerton. Cr. Liam DanielNetflix © 2022

Recensione di Bridgerton 2

Le disattenzioni storiche sono molteplici anche in questa stagione, ma questo elemento di non fedeltà alla storia risulta, probabilmente, l’elemento di maggior originalità di questo show che appare come un’interessante realtà alternativa dell’età della reggenza inglese, dove uomini e donne di diversi colore della pelle possono tranquillamente vivere insieme senza problemi e forme di razzismo, perché Bridgerton ci mostra un mondo in cui essere londinesi, afro-americani o indiani non cambia niente nella sostanza, un traguardo che nel 2022, nella realtà attuale, non è ancora realmente stato raggiunto, soprattutto in alcune periferie delle grandi metropolitane occidentali dove troviamo ancora delle rivolte a nome della parità razziale e delle ingiustizie sociali basate semplicemente sul colore della pelle dove essere bianco e non esserlo cambia tutto. Bridgerton però non ci mostra un mondo paradisiaco privo di disuguaglianze sociali, ma queste vivono esclusivamente all’interno della divisione di classe: esistono i nobili dell’alta società Londinese, coloro che si recano nelle sontuose sale da ballo del Mayfair, e i poveri, coloro che fanno lavori umili e che non possono avere rapporti umani con i primi, ne vale della loro reputazione e soprattutto di quella della loro famiglia. La storia di Eloise mostra questo scenario delle divisioni di classe, non analizzato minimamente nella passata stagione che guardava solo la parte nobile della società londinese. Eloise è una ribelle, non intende sposarsi e si mostra all’alta società solo per obbligo verso la sua famiglia e sua madre, colei che cercherà un pretendente per accasarla, ma la giovane, appassionata di letture, cercherà di sfuggire a ogni pretendente, a ogni giovane rampollo dell’alta società che le chieda un ballo. La sua storia ci mostra i ruoli, quei ruoli che tutti devono imparare a interpretare e adattarsi, nessuno può sfuggire da queste imposizioni sociali. Eloise, per scoprire la vera natura politica attuale del mondo si reca nelle vie del popolo, ma questo suo atto la metterà dinanzi a molteplici problemi e ostacoli che complicheranno notevolmente i piani della famiglia Bridgerton.

Bridgerton. (L to R) Claudia Jessie as Eloise Bridgerton, Luke Newton as Colin Bridgerton in episode 203 of Bridgerton. Cr. Liam DanielNetflix © 2022
Bridgerton. (L to R) Claudia Jessie as Eloise Bridgerton, Luke Newton as Colin Bridgerton in episode 203 of Bridgerton. Cr. Liam DanielNetflix © 2022

I ruoli sono il filo conduttore di questa stagione. Anthony, II Visconte Bridgerton deve sposarsi e trovare una moglie, ma questa moglie come deve essere? In primis deve sapere ricoprire un ruolo, essere in grado di vestire quella posizione sociale, ciò significa che Anthony nella sua scelta matrimoniale deve essere pignolo, attento e scrupoloso nell’indagare le giovani pretendenti a maritarsi con la casata Bridgerton, non tanto con lui. L’uomo sà che dall’unione matrimoniale nascerà il futuro della nuova generazione dei Bridgerton, perché sarà su di loro che dipenderanno tutti gli altri componenti della famiglia. In questa ricerca però dov’è l’amore? Dov’è la passione? Questi sentimenti possono danneggiare la casata? Poiché vivono nell’irrazionalità e non nella scelta attenta e dettagliata delle qualità che deve possedere una viscontessa? Il visconte viene mostrato come un uomo deciso alla razionalità e che professando nome dell’assenza d’emozione intende conoscere Edwina Sharma, la figlia di un conte nata da uno scandalo che ha costretto la madre di lei e suo marito ad abbandonare per molti anni Londra vivendo in India. Durante la conoscenza con la giovane ragazza dalle buone maniere e di ottima intelligenza, Anthony farà la conoscenza della testarda Kate Sharma (Simone Ashley), una giovane donna dal forte carattere e che sogna di diventare istruttrice in India. La passione però all’interno di questo gioco matrimoniale fatto di affari e burocrazia ben presto sgorga ma non dove dovrebbe andare dato che scoppierà il turbamento sentimentale tra il visconte e Kate Sharma emozioni che puntata dopo puntata, verranno sempre più a galla mettendoli in una situazione assolutamente difficile. Va detto però che la costruzione di questo triangolo familiare amoroso non è così ben scritto ma fin dal primo episodio della seconda stagione lo spettatore sa già come andrà a finire, togliendo il pathos giusto alla vicenda. Interessante però risulta l’approfondimento del carattere del Visconte che ci viene maggiormente sviscerato dinanzi alla passata stagione mostrandoci le sue difficoltà nel lasciarsi andare ai sentimenti, per una paura di perdere colui o colei che ama.

Bridgerton. (L to R) Adjoa Andoh as Lady Danbury, Simone Ashley as Kate Sharma in episode 201 of Bridgerton. Cr. Liam DanielNetflix © 2022
Bridgerton. (L to R) Adjoa Andoh as Lady Danbury, Simone Ashley as Kate Sharma in episode 201 of Bridgerton. Cr. Liam DanielNetflix © 2022

In conclusione

Bridgerton 2 funziona come serie d’intrattenimento e come le passate otto puntante è supportata da delle ottime interpretazioni e da una scenografia incantevole e da dei costumi veramente ben congeniati che permettono di creare una fotografia alquanto vivace e colorata che dona quel senso d’intrighi e pettegolezzi alla storia. Importante in questa stagione anche il ruolo che avrà Penelope Featherington, colei che abbiamo scoperto come Lady Whistledown nel finale della 1×08, ma va detto che non trova senso logico, che la voce over della scrittrice sia quella di Julie Andrews e non, come dovrebbe essere, quella di Nicola Coughlan (la vera scrittrice). Avrei optato più per un personaggio interno alla storia, magari la regina o Eloise, che ci accingeva a leggere di tanto in tanto alcuni passi del giornaletto scandaloso.

Note positive

  • Scenografia
  • Aver parlato della divisione di classe
  • Il tema dei ruoli sociali
  • La performance di Claudia Jessie
  • Non si sente la mancanza del Duca e di Daphne

Note negative

  • Il non senso di avere come voce narrante quella di Julie Andrews

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.