Fedeltà – prima stagione (2022): vivere per se stessi o per colui che si ama

Fedeltà locandina serie tv prima stagione

Fedeltà

Titolo originale: Fedeltà

Anno: 2022

Paese: Italia

Genere: Sentimentale, drammatico

Casa di Produzione: Bibi Film

Distribuzione: Netflix

Stagione: 1

Puntate: 6

Regia: Andrea Molaioli, Stefano Cipani

Sceneggiatura: Alessandro Fabbri

Attori: Michele Riondino, Lucrezia Guidone, Carolina Sala, Leonardo Pazzagli, Maria Paiato, Maurizio Lastrico, Sara Lazzaro, Gianluca Gobbi, Elisa di Eusanio, Maurizio Donadoni, Luisa Maneri, Sara Mondello

Trailer italiano di Fedeltà

Prodotta da Bibi Film e scritta da Alessandro Fabbri, Elisa Amoruso e Laura Colella, con la regia di Andrea Molaioli (La ragazza del lago, Suburra – la serie) e Stefano Cipani (Mio fratello rincorre i dinosauri), Fedeltà viene distribuita sulla piattaforma Netflix il giorno degli innamorati, il 14 febbraio 2022, nonostante la serie di sei puntate non sia totalmente nel clima adatto per le coppie che intendono festeggiare il San Valentino senza preoccupazioni di coppia. Netflix inoltre mostra un interesse nel pubblicare sulla propria piattaforma serie originali provenienti dall’Italia, che nel 2021 ha realizzato produzioni Netflix come Generazione 56K, Guida Astrologica per cuori infranti, E’ stata la mano di Dio, A classic horror story, 4 Metà, Luna Park e senza dimenticare l’acclamata serie Strappare Lungo I bordi, pellicole e serie che però non sempre hanno raccolto il plauso della critica e degli spettatori. Fedeltà sarà apprezzata dalla critica e dal pubblico? Indubbiamente a tutte le potenzialità per esserlo su carta, dato che la storia è liberamente tratta dall’omonimo romanzo di Marco Missiroli, vincitore del Premio Strega Giovani e finalista al 73° Premio strega ma questa produzione seriale, avrà saputo cogliere l’animo introspettivo presente nella versione letteraria?

Per raccontare questa storia è stata scelta come colonna sonora il brano Verosimile interpretato da Arisa e scritto da Stefano Cipani, Arisa e Mario Fanizzi.

La canzone di Arisa è nata dalla penna di Mario Fanizzi, produttore musicale che ho conosciuto a Los Angeles e con il quale ho avuto il piacere di realizzare brani e altri progetti. Il brano è nato con l’intenzione di creare un pezzo per la serie che potesse rappresentare le emozioni e la forza dirompente del libro. Una volta ultimato il brano abbiamo coinvolto Arisa, che ci sembrava essere il volto giusto: forte e disincantato. Arisa ha portato la sua energia e il suo talento nello scrivere. Ha collaborato con noi al completamento della canzone decretandone il titolo, Verosimile.

Andrea Molaioli

Trama di Fedeltà

Carlo, scrittore in procinto di terminare il suo secondo romanzo, svolge l’attività di professore part-time di scrittura creativa, tenendo dei corsi privati ad alcuni aspiranti scrittori. La moglie Margherita invece è un agente immobiliare con il sogno di poter esercitare in futuro come architetto e arredatore d’interni, il mestiere per cui ha studiato. I due vivono in un piccolo monolocale, pieno di piccoli problemi e che ormai sta stretto a Margherita che desidera e spera di potersi trasferire con l’uomo che ama in un appartamento lussuoso e ampio in Via Concordia a Milano, luogo in cui lei s’immagina già la sua vita. I due hanno una vita sessualmente attiva e un buon rapporto di coppia, ma quando questi sono fuori dalle mura domestiche i loro desideri li spingono altrove. Carlo brama la quieta bellezza di una delle sue studentesse, Sofia: Margherita invece fantastica sul suo nuovo fisioterapista Andrea. Queste pulsioni nascoste, trattenute e lasciate libere, andranno a distruggere la fedeltà di coppia?

FEDELTA (L to R) LUCREZIA GUIDONE as MARGHERITA in episode 104 of FEDELTA Cr. SARA PETRAGLIA/NETFLIX © 2021
FEDELTA (L to R) LUCREZIA GUIDONE as MARGHERITA in episode 104 of FEDELTA Cr. SARA PETRAGLIA/NETFLIX © 2021

Recensione di Fedeltà

Fedeltà: 1. L’essere fedele, e la qualità di chi o di ciò che è fedele: f. coniugale, l’osservanza reciproca da parte dei coniugi dei doveri derivanti dal matrimonio, soprattutto (ma non esclusivamente) per ciò che riguarda l’astensione da rapporti sessuali, o comunque amorosi, extraconiugali; 2. Di cose, rispondenza esatta, conformità perfetta (al vero, all’originale, ecc.).

fedeltà s. fedelta [lat. fidelĭtas -atis]. – 1. a. [l’essere fedele nei rapporti affettivi, anche con la prep. a: fedelta coniugale] ≈ devozione, lealtà. ↔ infedeltà, slealtà. b. [l’essere fedele a un ideale, un valore, con la prep. a: fedelta…

Vocabolario Treccani

Sulla Treccani, ricercando il lemma Fedeltà, parola alla base stessa di questa produzione seriale, troviamo delle interessanti riflessioni, quelle alla base stessa del romanzo di Missiroli e dei registi Molaioli e Cipiani, che ci sussurrano costantemente negli orecchi: cosa significa essere fedeli? Insinuando costantemente che la fedeltà totale verso l’altro non esista, nei modi che noi desideriamo, anzi che la fedeltà va distinta nettamente e che ognuno di noi deve compiere una scelta: essere fedeli alla coppia accettando tutti i limiti e le accettazione che questa comporta in maniera naturale dove uno deve cedere su alcuni punti a favore dell’altro (e viceversa) oppure se dobbiamo portare rispetto assoluto a noi stessi, ascoltando tutte le nostre passioni e i nostri desideri, dando vita a essi? Carlo e Margherita vivono entro questo conflitto: essere fedeli a se stessi o alla coppia?  

I due protagonisti, fin dall’incipit della serie, si dimostrano incapaci di vivere entro queste due dimensioni, anzi sembrano diventare prigionieri della loro situazione di coppia. Nella loro relazione stabile ci sento al riparo, sicuro dalle loro paure e fragilità ma allo stesso tempo si sentono incarcerati dalla loro routine e vita monogama. Carlo sogna di amare una sua studentessa, Margherita non vede l’ora di andare dal fisioterapista per essere toccata e perdersi nella sua immaginazione sessuale, perché lei vuole crearsi un mondo perverso, nascosto agli altri, dove la sua natura più celata agli altri può fuoriuscire. Lei nella relazione di coppia è colei che cede alle sue aspirazioni a favore di quelle del marito, sforzandoci di non lasciarsi andare alla tentazione. Carlo invece è colui che fa un po’ quello che vuole, scrive il suo nuovo romanzo e per questo motivo mette in stand-by tutto il futuro della coppia, come se questo suo nuovo lavoro avesse l’importanza assoluta su tutto e tutti. Carlo però è anche confuso, non sa cosa sia giusto e sbagliato, non sa se agire o rimanere fermo, alla tentazione sessuale che ha davanti: rimanere fedeli alla moglie o seguire il suo istinto e la sua volontà?

Fotogramma di Fedeltà
Fotogramma di Fedeltà

La serie per raccontare questa vicenda mostra il corpo e la carnalità in maniera esplicita, senza censure, al fine di dar vita ai desideri sessuali dei due protagonisti, difatti il senso è una componente importante all’interno della narrazione non a caso, fin dalla prima scena troviamo un istante di passione erotica, non usale nelle produzioni italiani, dove i due protagonisti, all’interno di un gioco, e sul posto di lavoro si danno alla folle passione sessuale. Se molte scene e sguardi (grazie alle performance di Michele Riondino e Lucrezia Guidoneabili) funzionano anche grazie a una scelta ritmica ben precisa e fatta d’azione costante, troviamo alcune sbavature nella scrittura dei dialoghi fin troppo didascalici e poco inclini alla realtà, dato che possiedono un uso linguistico fin troppo letterario e non parlato. Altra pecca riguarda alla storia riguardante la casa che non funziona dal punto di vista logico: Margherita e Carlo dichiarano di non avere soldi per trasferirsi nella loro nuova casa dei sogni, ma allo stesso tempo sembrano frequentare luoghi di lusso (soprattutto quello riguardante il fisioterapista) e del resto possiedono due buoni lavori, dunque perché fare dei problemi economici?

La storia non si poggia su una vera originalità narrativa anzi ha un incipit fin troppo banale, mostrando fin dall’inizio una crisi di coppia e l’inizio del loro disfacimento, ma ciò che risulta interessante è il modo in cui i due personaggi affrontano il tutto, in cui si confrontano con i loro sentimenti e pulsioni, dato che vediamo tutte le loro titubanze e il loro senso di colpa per ciò che sta per accadere. Inoltre risulta ben fatta la metafora riguardo alla loro abitazione: il monolocale che sta cadendo a pezzi, un po’ come il loro rapporto che si fa sempre più instabile ogni puntata, oppure l’appartamento di Via Concordia risulta la metafora della loro impossibilità di fidarsi dell’altro e di prontezza di porre le basi per creare una famiglia da parte di Margherita e Carlo. I due vogliono quella casa ma non fanno nulla di reale per acquistarla, specialmente Carlo, mostrando dunque la loro impossibilità di essere pronti nel fare un passo così importante e decisivo per loro.

Note positive

  • La metafora delle abitazioni connesse ai personaggi
  • Le interpretazioni
  • Il tema
  • Una serie che intrattiene piacevolmente

Note negative

  • Dialoghi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.