Le avventure di Errol Flynn (2018) – il pirata prima del divo

Le avventure di Errol Flynn

Le avventure di Errol Flynn

Titolo originale: In like Flynn

Anno: 2018

Paese: Australia

Genere: Azione, Avventura

Produzione: Blue Fox Entertainment, ThreeOEight

Distribuzione: Metro-Godlwyn-Mayer

Durata: 106 minuti

Regia: Russell Mulcahy

Sceneggiatura: Steve M. Albert, Corey LArge, Marc Furmie

Fotografia: Peter Holland

Montaggio: Rodrigo Balart

Musiche: David Hirschfelder

Attori: Thomas Cocquerel, Corey Large, William Moseley, Clive Standen, Isabel Lucas, Nathalie Kelley, Grace Huang, Costas Mandylor, Vanessa Moltzen, Lochlyn Munro, Dan Vogler, Nathan Jones.

Trailer in italiano

Trama di Le avventure di Errol Flynn

Tratto dal libro “Beam Ends” dello stesso Flynn, racconta i giorni d’avventura di Errol, prima di raggiungere la fama e diventare il primo grande attore action della storia del cinema.

Recensione di Le avventure di Errol Flynn

Tu devi issare la tua vela più in alto, trova il tuo orizzonte.

Le avventure di Errol Flynn

Si presenta da subito come un avventura in pieno stile Indiana Jones, ma tra le continue battutine, alternate a momenti drammatici, fa fatica a trovare un’identità precisa. Un film capace di soddisfare l’occhio durante le scene d’azione ma non a commuovere in pieno quando si raggiunge l’apice della drammaticità, colpa di un montaggio che non riesce a creare una suspense adeguata lasciando lo spettatore impassibile.

La musica è un punto a favore, riuscendo a rimediare ai momenti morti dovuti ad una narrazione piatta, creando un minimo di pathos tra le scene.

L’attore che interpreta Flynn, non riesce a utilizzare più di un espressione, rimanendo con lo stesso sguardo monotono per tutta la durata del film. Non incide a livello emotivo lo spettatore, risultando un personaggio statico e senza carisma.

Flynn è il protagonista, la storia raccontata è la sua, ma come viene rappresentato il suo personaggio fa tutt’altro. Dovrebbe avere l’evoluzione maggiore tra tutti invece non è così, succede esattamente il contrario. I personaggi secondari sono quelli ad avere un evoluzione molto più interessante e profonda rispetto al protagonista. Flynn risulta essere un perno costante che non cambia mai carattere o comportamento ma aiuta i personaggi intorno a se a diventare la loro versione migliore di se stessi, acquistano sempre di più una propria consapevolezza personale non necessariamente legata a Flynn, attuando individualmente un vero e proprio viaggio dell’eroe.

Tra tutti, la scena viene rubata da Clive Standen interprete di Charlie. Dove nel corso del film, il suo personaggio attua una specie di redenzione. Lo incontriamo come un ubriacone per poi comprendere fino in fondo il suo tormento, il suo amore per la barca per il mare e il dolore di un padre. Tra i pochi personaggi dove lo spettatore riesce a legarsi emotivamente, scena dopo scena Charlie passa dal grande orco burbero a un gigante gentile. La sua storia e il suo passato raccontato attraverso dialoghi e flashback, sono le parti migliori del film, mostrandoci la fragilità di questo personaggio quasi da commedia pirandelliana.

Il film non racconta il passaggio vero e proprio di Flynn da avventuriero ad attore, ma la presenza della Hollywood classica, nelle poche scene in cui appare, si sente. Mettendo in evidenza il modo in cui i film negli anni ’30 venivano prodotti, e come perfino uno sconosciuto come Flynn potesse diventare una star cinematografica.

Un lungometraggio godibile se si ama il genere, non tra i migliori biopic cinematografici. Si impegna a risultare convincente fino alla fine senza riuscirci completamente.

Note Positive

  • Un film godibile per una domenica pomeriggio, soprattutto se si è fan del genere d’avventura.
  • Musica
  • Interpretazione di Clive Standen

Note negative

  • La fotografia in esterni è molto finta facendo percepire l’utilizzo del green screen, risulta essere fastidiosa e senza una logica precisa.
  • I personaggi secondari sono più interessanti del protagonista stesso.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.