Loki (2021): alla scoperta dei misteri dello spazio-tempo

Loki (2021): alla scoperta dei misteri dello spazio-tempo 1

Loki

Stagione 1

Titolo originale: Loki

Anno: 2021

Paese: Stati Uniti d’America

Genere: Avventura, azione, fantascienza

Produzione: Marvel Studios

Distribuzione: Disney+

Ideatore: Michael Waldron

Stagione: 1

Puntate: 6

Attori: Tom Hiddleston, Owen Wilson, Sophia Di Martino, Gugu Mbatha-Raw, Wunmi Mosaku

Trailer italiano della serie

Tratta dagli omonimi fumetti della Marvel Comics, Loki è la terza serie Fase Quattro del MCU che si svolge dopo gli eventi narrati in Avengers: Endgame, prodotta dai Marvel Studios e Michael Waldron, che vede come protagonista il Dio dell’inganno della mitologia norrena. Distribuito a cadenza settimanale su Disney+ a partire da Mercoledì 9 Giugno fino all’episodio finale che sarà rilasciato il 14 Luglio. Loki avrà una seconda stagione.

Trama di Loki

Dopo aver sottratto il Tesseract durante gli eventi di Avengers: Endgame, una versione alternativa di Loki viene catturata dalla TVA ( Time Variance Authority), un organizzazione al di fuori dello spazio – tempo, presieduta dai guardiani del tempo, che si occupa di proteggere la sacra linea temporale e di catturare ed eliminare tutte le varianti che deviano questa linea. La TVA offre a Loki due opzioni: essere cancellato dall’esistenza, essendo egli una variante, oppure viaggiare all’interno dello spazio e del tempo per aiutarli a catturare un altra variante Loki (Sylvie) che sta creando molti problemi all’interno della sacra linea temporale. Inizierà così per il Dio dell’inganno un lungo viaggio alla scoperta dei misteri del tempo.

Recensione di Loki

Terza serie del Marvel Cinematic Universe, dopo Wandavision e The Falcon and the Winter Soldier, ambientata dopo la guerra tra gli Avengers e Thanos. Vista la scelta del protagonista Loki, un villain dei primi film che aveva trovato poco spazio e sul quale non c’era stato un grande approfondimento, questa era la serie sulla quale vi erano da parte del pubblico e critica maggiori aspettative e curiosità riguardanti trama e ambientazione. Spettatori e critica sono stati ben ripagati dato che è veramente notevole, risultando superiore alle altre serie presenti finora nell’universo MCU, nonostante ciò Loki non è esente da difetti.

Loki (2021): alla scoperta dei misteri dello spazio-tempo 3
Varianti Loki

Da un punto di vista tecnico si presenta molto bene, gli effetti visivi sono notevoli in tutti gli episodi e non presentano momenti calanti anzi, nel terzo e quarto episodio raggiungono il loro picco e la qualità degli effetti è più vicina al mondo cinematografico che a quello televisivo. La regia è di buon livello, tranne in qualche scena d’azione dove regia e montaggio rendono i combattimenti un po’ macchinosi. Degna di nota la colonna sonora, firmata da Natalie Holt, che rimane impressa nella mente dello spettatore per ritmo e peculiarità. Ottime anche le scenografie e il design degli ambienti, che sembrano essere un omaggio alle grandi pellicole di fantascienza dei primi anni ottanta. Dal punto di vista dello sceneggiato, è stato fatto un lavoro egregio. Ogni episodio è estremamente coinvolgente, divertente e approfondisce sia i personaggi già conosciuti che i nuovi introdotti. Loki, che era stato presentato come un “cattivo” privo di scrupoli la cui unica ambizione era sedersi sopra un trono, qui subisce una metamorfosi, crea delle amicizie reali, si innamora e mostra tutto il suo lato umano. Il personaggio di Sylvie è ben inserito all’interno della storia ed è essenziale sia per l’evoluzione di Loki che per il proseguimento narrativo della prossima stagione. Pollice in su anche per il personaggio di Mobius, un investigatore della TVA che decide di fidarsi di Loki e Sylvie per poter arrivare a scoprire le bugie che si nascondono dietro questa organizzazione. Divertenti e spassose, anche se troppo poco mostrate e approfondite, le altre varianti Loki che si spera possano ripresentarsi nella prossima stagione. Ottime le interpretazioni attoriali di Owen Wilson e Sophia Di Martino, ma standing ovation per Tom Hiddelstone che rappresenta perfettamente il Dio Asgardiano e gli dona un fascino e una caratterizzazione perfetta.

Loki (2021): alla scoperta dei misteri dello spazio-tempo 4
Loki e Mobius

In conclusione, Loki si presenta come una serie veramente ben fatta, dove gli errori non sono di struttura ma di finitura, con un finale che lascia a bocca aperta, per nulla scontato che fa sperare in una seconda stagione altrettanto riuscita.

Note positive

  • Effetti visivi
  • Narrazione
  • Scenografie
  • Colonna sonora
  • Interpretazioni attoriali

Note negative

  • Negli episodi 03 e 05 la narrazione è un po’ calante
  • Alcune dinamiche, come il rapporto tra Sylvie e Loki, sono troppo spesso evidenziate.

Leave a Reply

5 × 3 =