Pam & Tommy (2022): La miniserie per adulti su Pamela Anderson e Tommy Lee

Pam & Tommy locandina

Pam & Tommy

Titolo originale: Pam & Tommy

Anno: 2022

Paese: Stati Uniti d’America

Genere: Biografico

Casa di Produzione: Annapurna Pictures, Annapurna Television, Hulu, Limelight, Point Grey Pictures, Ramona Films

Distribuzione: Disney Plus

Ideatore: Robert Siegel

Stagione: 1

Puntate: 8

Regia: Craig Gillespie, Lake Bell, Gwyneth Horder-Payton, Hannah Fidell

Fotografia: Paula Huidobro

Musica: Matthew Margeson

Attori: Lily James, Sebastian Stan, Seth Rogen, Nick Offerman, Pepi Sonuga, Taylor Schilling, Paul Ben-Victor, Fred Hechinger, Mozhan Marnò, Adam Ray, Medalion Rahimi, Don Harvey, Larry Brown

Trailer italiano di Pam & Tommy

Il produttore, regista e ideatore di show Robert Siegel (The Writer, 2008; The Foundation, 2009), traendo ispirazione dall’articolo “Pam and Tommt: The Untold Story of the World’s Most Infamous Sex Tape” di Amanda Chicago Lewis per Roling Stone 2014, realizza uno show per adulti Star Original incentrato sui fatti di cronaca scandalistica connessi a una coppia dello spettacolo: Pamela Anderson, colei che interpretava C.J. Parker nella serie Baywatch, e Tommy Lee, il batterista della band hair metal Mötley Crüe. Per la realizzazione di questa serie dal titolo Pam & Tommy il ruolo della regia è stato affidata (maggiormente) al duo Craig Gillespie (Tonya, 2017; Crudelia, 2021) e Lake Bell (In a World… – Ascolta la mia voce, 2013; I Do… Until I Don’t, 2017). All’interno del cast invece abbiamo Lily James (Yesterday), Sebastian Stan (The Falcon and the Winter Soldier), Nick Offerman (Parks and Recreation), Taylor Schilling (Orange is the New Black) e Seth Rogen (Non succede, ma se succede… ). La serie è stata distribuita su Disney Plus come contenuto per adulti dal 2 febbraio al 9 Marzo per un totale di otto puntate da una durata di 30-50 minuti ciascuna.

Trama di Pam & Tommy

Ambientata nel 1995, negli anni in cui non esistevano ancora leggi e regole in grado di gestire il nascente e semisconosciuto World Wide Web, seguiamo le vicende della coppia più famosa dell’epoca di Los Angeles Pamela Anderson e Tommy Lee, coloro che ci sono conosciuti, innamorati e sposati in solo tre giorni, dando una scossa inaspettata alle loro vite. La serie segue il Rand Gauther, un falegname che sta svolgendo dei lavori nella villa Anderson-Lee. I rapporti però tra l’operaio e il batterista di Mötley Crüe sono piuttosto tesi, soprattutto perché il proprietario di casa fa continue modifiche al progetto originale complicando i lavori di ristrutturazione e la vita degli operai, che non sta nemmeno pagando. Un giorno, a causa di un equivoco, Tommy licenzia Rand e i suoi colleghi senza dargli nemmeno un risarcimento per il lavoro che hanno svolto, così il falegname, pieno di debiti, decide di dare una svolta alla sua vita decidendo di andare a rubare la cassaforte del malvagio Lee, per riequilibrare il Karma.

Rand all’interno della cassaforte s’imbatte in uno strano ritrovamento, una videocassetta intima familiare di Anderson – Lee, delle riprese scottanti che vede le due star fare sesso selvaggio durante una loro vacanza. L’uomo così, per vendetta, insieme a un socio e con l’aiuto economico di un boss mafioso, dà vita a una sua attività sul mondo del web: creare una pagina statica dove è possibile acquisire il video tap “illegale” di Pamela Anderson. Rand verrà scoperto? Pam e Tommy riusciranno a bloccare l’avanzata del video?

Fotogramma di Pam & Tommy
Rand (Seth Rogen) e Miltie (Nick Offerman)
(Photo by: Kelsey McNeal/Hulu)

Recensione di Pam & Tommy

Incredibile, Pamela Anderson non sa proprio tutto sul sesso.

Pam: E va bene, va bene.

A proposito di sesso

Pam: Si?

Il video. Si, amici, siamo tutti curiosi.

Pam: Quale video, Jay?

Certo. “Quale video”? Si. Chiaramente non l’ho visto.

Pam: Ci mancherebbe

Vorrei, mai ancora non ho avuto una copia. Ma circola un video, ok? Ne parlano tutti, in particolare, chissà perché, gli uomini!

Pam: Lo immagino!

Anche noi. Che effetto fa? Che effetto fa quel tipo di visibilità?

Pam: Che effetto fa?

Si

Pam & Tommy

In queste parole, in questa scena che introduce lo spettatore all’interno della miniserie televisiva Star, ci sta il sunto tematico di Pam & Tommy, o meglio dire uno stato tematico narrativo che la serie possiede. Il maschilismo è un argomento importante all’interno dello show, la sceneggiatura ci sofferma e indaga il mondo degli anni ’90 attraverso una chiave di lettura onesta e sincera che sfruttando un video tap scandalistico, riguardante degli atti sessuali, mostra come cambia la situazione se si è femmina o maschio. Pamela è colei che subisce, è colei che passa per una ragazzaccia e donna frivola e adatto solo a rappresentazioni sessuali, contrariamente al marito Tommy che verrà quasi elogiato per la sua bravura sessuale e per il suo organo copulatorio di grandi dimensioni. Lo stesso video, individui che hanno fatto le medesimi azioni sessuali, ma che hanno un risvolto diverso l’uno dall’altro. Lei è discriminata da questo video che circola online, lui viene elogiato per ciò che compiuto: portarsi a letto e scopare Pamela. Il video tap però non mette in luce solo questo lato della società degli anni ’95 ma anche quello più connesso alle leggi sul Word Wide Web, un luogo ancora semi sconosciuto dove le leggi non esistono ancora, o che mette in luce i diritti giornalistici, connessi all’articolo 1 sulla libertà di parola e d’informazione, perché sé una VHS (rubata e non concessa tramite liberatorie da chi fa parte del video) possa venire usata e sfruttata a fini giornalistici dalle testate stampa che immettono sulle loro pagine immagini riguardanti gli atti sessuali della coppia. Pamela e Tommy Lee sono le vittime di questo sistema, sono coloro che vedono i loro diritti violati ma la legge non è dalla loro parte, anzi loro sono bloccati nell’agire giuridico, non possono far niente, neppure bloccare la diffusione illegale del loro video, che sta spopolando sul mondo e molteplici persone. Pamela è scioccata da ciò e non sa come fare, sentendosi violata da questo evento, poiché sa che in quel momento degli sconosciuti la stanno vedendo nuda in atti sessuali e nel mentre si masturbano vedendola.

Lily James è Pamela in Pam & Tommy
Lily James è Pamela in Pam & Tommy

Ambientazione e personaggi

Ciò che colpisce di più sono le accattivanti ambientazioni che ricalcano con dovizia gli anni ’95 riprese attraverso una fotografia dai toni prettamente dal gusto retro che riesce a dare un sapore quasi anni ’80 alla narrazione, sorprendenti risultano anche i look dei protagonisti che riescono a ricreare quasi in maniera impeccabile l’aspetto estetico delle folle star Pamela e Tommy, due individui che hanno scosso il panorama delle riviste di Hollywood con la loro storia d’amore sregolata e appassionante. Il trucco ha aiutato in maniera importante i due attori a entrare nei ruoli ma va sottolineato che Lily James e Sebastian Stan hanno dato prove a interpretazioni eccezionali, che difficilmente vediamo nel panorama seriale. La James è quasi irriconoscibile e nettamente lontana da quella che abbiamo visto in Baby Driver – Il genio della fuga, L’ora più buia, Yesterday e Rebecca, perché lei diventa Pamela Anderson sia nel modo di parlare che di atteggiamenti e non solo esteticamente, lei entra con prepotenza nel ruolo eliminando se stessa a favore del personaggio partendo innanzitutto dalla voce, su cui ha evidentemente lavorato molto. Stesso discorso vale per Sebastian Stan, anche lui irriconoscibile nelle vesti di Tommy Lee; l’attore mostra nuovamente la sua capacità di cambiare e adattarsi a interpretare ogni personaggio sempre dimostrando una buona padronanza del recitare. Da sottolineare anche la prova di Seth Rogen nei panni del buon falegname Rand Gauthier, un uomo che vuole essere onesto e non soffrire ma si trova vittima di un’esistenza che non gli provoca altro che frustrazione e dolore e il suo essere buono lo trasforma in vittima, in un perdente. Lui, lascia sempre correre ma proprio quando Tommy Lee gli provoca un torto ecco che in lui qualcosa si rompe e decide di cambiare, di non lasciar correre e di vendicarsi. Rand siamo noi, i buoni che si vedono mangiati dai lupi e che non trovano giustizia, e colui che non riesce ad accettare la verità del mondo: che i cattivi hanno sempre la meglio su chi si comporta onestamente e bene.

L’arma in più però è la regia, soprattutto nelle puntate dirette con estrema maestria da Craig Gillespie che mostra la sua capacità di andare ad analizzare e riprendere i personaggi femminili (come aveva fatto in Tonya) sfruttando un costante uso di carelli, di brevi piani sequenza (o meglio dire falsi piani sequenza come la scena nella villa in cui i protagonisti fanno sesso nelle varie camere), oppure l’interessante uso che fa delle soggettive sia nel momento in cui Pam e Tommy ballano in discoteca oppure nell’esilarante episodio 01×02 in cui Tommy ha un dialogo assolutamente umoristico con il suo organo copulatore maschile. Una scena indimenticabile per la sua assurdità e comicità priva di volgarità. Il tutto è supportato da iconiche musiche degli anni ’90 che divengono una perfetta cornice per trattare questa storia d’amore e follia.

Sebastian Stan è Tommy Lee in Pam & Tommy
Sebastian Stan è Tommy Lee in Pam & Tommy

In conclusione

Trovare dei difetti a questa produzione è impossibile, la miniserie è forte e potente, si allontana dal rischio di una narrazione giornalistica com’è accaduto in Inventing Anna, per creare una narrazione più contemporanea e ritmatica che ci introduce con prepotenza nello sgargiante mondo degli anni ’90, sia attraverso dei costumi eccezionali che delle azzeccate scenografie e colonne sonore che impreziosiscono l’opera drammaturgica scritta con notevole maestria. Difficilmente troverete delle miniserie così ben fatte e prive di veri errori, può non piacere, ma solo se si parla di gusto personale. Indubbiamente, per apprezzarla al massimo, va vista in lingua originale.

Note positive

  • Interpretazioni del cast
  • La scenografia
  • La resa visiva di Pam e Tommy, che assomigliano in maniera importanti ai veri personaggi
  • La regia
  • La sceneggiatura: dalla scrittura delle scene ai dialoghi

Note negative

  • /

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.