Tenebre e Ossa (2021): Un intrigo tra magia e oscurità

Locandina Tenebre e Ossa

Tenebre e Ossa

Titolo originale: Shadow and Bone

Anno: 2021

Paese: Stati Uniti d’America

Genere: fantasy, drammatico, azione

Produzione: 21 Laps Entertainment

Distribuzione: Netflix

Ideatore: Eric Heisserer

Regista: Lee Toland Krieger

Stagione: 1

Puntate: 8

Attori: Jessie Mei Li, Ben Barnes, Freddy Carter, Amita Suman,
Kit Young, Archie Renaux, Danielle Galligan, Daisy Head, Simon Sears, Julian Kostov, Zoë Wanamaker, Luke Pasqualino.

Trailer Ita della seri tv “Tenebre e Ossa”.

“Da piccola avevo paura del buio. Con l’età, ho imparato che il buio è un luogo ed è pieno di mostri”.

cit. Alina

Trama Tenebre e Ossa

Tenebre e Ossa, la nuova serie prodotta da Netflix, è tratta dalla trilogia di romanzi di Leigh Bardugo. Nei libri troviamo tre cicli narrativi, tutti ambientati nello stesso universo ma con diversi personaggi e luoghi, e Netflix sfrutterà quasi certamente questo potenziale per dar vita a nuove stagioni. La prima stagione trae ispirazione dalla prima trilogia Grisha che inizia proprio con il romanzo omonimo Tenebre e Ossa.

Ci troviamo in un mondo sconvolto dalla guerra, in cui la protagonista è Alina, una ragazza apparentemente normale che in una situazione molto complicata scopre di essere speciale. La ragazza, infatti, è la prescelta per salvare il mondo dalla mostruosa Faglia d’Ombra, grazie al suo potere di modificare alcuni elementi della materia. Alina ha però, un carattere particolare: da un lato è succube del fascino del potere e dall’altro è spinta da un forte senso di giustizia e questo carattere si ripercuote anche sulla sua vita amorosa, divisa da due uomini che la spingeranno a combattere tra bene e male. Inoltre, per sconfiggere le forze pericolose che incombono, tra cui una carismatica banda di criminali, non basterà solo la magia.

Recensione Tenebre e Ossa

Lo show targato Netflix, come abbiamo già detto, prende il nome dal primo libro della trilogia del Grishaverse, ma ciò che notiamo fin dal primo episodio è che nella storia narrata sono compresi anche personaggi e archi narrativi che derivano dallo spin-off Sei di Corvi, permettendo di porre le basi per una storia più complessa e altrettanto ricca di contenuti e fantasia derivante da ogni angolo di questo mondo.

Per chi non conosce la saga letteraria, inizialmente si fa fatica a districarsi tra personaggi, nomi e luoghi, ma una volta trascorsi i primi due episodi e le prime fasi di ambientamento, ci si ritrova in un mondo mistico, avvolto da mistero, magia e strane creature che non può far altro che lasciare ammaliato lo spettatore, che si troverà costretto a proseguire nella visione e una volta giunto alla fine, il suo unico desiderio sarà di volerne vedere ancora.

Fin dalla presentazione che ci viene fatta dei personaggi, si percepisce un velo di magia che avvolge tutto il mondo, per poi scoprire lentamente che questi incantesimi non sempre portano del bene al mondo, ma anche e soprattutto molto male. Ci troviamo di fronte ad una guerra tra popolazioni, tra magia e armi, o almeno così sembra, perché in realtà dietro le vicende umane, si nasconde un potere incontrollabile e che va al di fuori della mente umana.

Nonostante la storia messa in scena possa risultare qualcosa di già visto e già raccontato, più si va avanti con le vicende dei personaggi, più si empatizza con loro e ci si lascia coinvolgere. Nessun dettaglio o particolare è lasciato al caso, ma tutto viene curato e soprattutto ogni personaggi presentato ha una sua storia e un suo arco narrativo che permettono allo spettatore di seguire le azioni e le gesta, schierandosi dalla parte di chi preferisce. La storia inizia con tre archi narrativi ma si conclude con un unico grande insieme. I vari personaggi si riuniscono, le vicende iniziano a legarsi e tutto fa capo ad Alina, la protagonista, colei che risulta essere anche la narratrice.

 Ben Barnes è il Generale Kirigan in una scena di Tenebre e Ossa.
Ben Barnes è il Generale Kirigan in una scena di Tenebre e Ossa.

Si tratta di un racconto “young adult” ambientato in un regno, i cui riferimenti partono dalla Russia zarista del diciannovesimo secolo e finiscono per amalgamare diversi periodi storici. Accompagnati da effetti speciali che non deludono la vista, una sceneggiatura ben costruita e una fotografia non eccelsa ma comunque sufficiente per il tema trattato. In un periodo in cui ormai il fantasy sembra aver raggiunto l’apice, senza possibilità di rivoluzione o cambiamenti, Tenebre e Ossa mantiene le aspettative del libro e permette di raccontare una storia piacevole fatti di intrighi e magia oscura.

Questa prima stagione, in vista di futuri epiloghi, si dimostra dunque, un esperimento ben riuscito, capace di attirare a sé sia i fan che già conoscono l’universo ideato dalla Bardugo, ma anche gli spettatori alla ricerca di un nuovo titolo fantasy per arricchire il proprio mondo di sogni e questo bagaglio enorme alla Newt Scamander (Animali fantastici e dove trovarli).

I corvi non ricordano solo chi ha fatto loro del male, ma anche chi è stato gentile con loro. Decidono chi proteggere e a chi fare attenzione

cit. Kaz Brekker

Note Positive

  • Caratterizzazione dei personaggi
  • Ambientazione
  • Effetti speciali

Note Negative

  • Una storia già vista

Leave a Reply

1 × 3 =