Yesterday (2019): nostalgia dei Beatles e sindrome dell’impostore

yesterday poster

Yesterday

Titolo originale: Yesterday

Anno: 2019

Paese: Gran Bretagna

Genere: Commedia

Casa di produzione: Etalon Film, Working Title Films

Distribuzione: Universal Pictures

Durata: 116 minuti

Regia: Danny Boyle

Sceneggiatura: Richard Curtis

Fotografia: Christopher Ross

Montaggio: Jon Harris

Musiche: Beatles eseguiti da Himesh Patel

Attori: Himesh PatelLily James, Kate McKinnonAna de ArmasEd Sheeran, Lamorne Morris, Joel FryCamille ChenMeera Syal, Alexander ArnoldHarry Michell

Trailer ufficiale di Yesterday

Yesterday è una commedia del 2019 diretta da Danny Boyle, regista di numerose pellicole cult come Trainspotting e The Millionaire. Co-sceneggiatore e autore del soggetto è Richard Curtis, autore di film anch’essi iconici quali, ad esempio, Notting Hill e Love Actually – L’amore davvero. Il film vede tra i personaggi presenti una speciale guest star, Ed Sheeran, che qui interpreta sé stesso.

Trama di Yesterday

Jack Malik è un giovane musicista di una piccola cittadina inglese che ha il sogno di ottenere successo nell’ambito musicale ma, nonostante tutti i suoi sforzi e l’aiuto della sua cara amica, nonché manager Ellie, non vi riesce. A Jack accade un incidente surreale per cui si schianta contro un autobus e, contemporaneamente, un blackout globale spegne tutte le luci della città. Poco dopo il suo risveglio si rende conto che egli è l’unico a ricordare l’esistenza dei Beatles (e non solo), per cui suo obiettivo diventa far conoscere la loro musica al mondo facendola sua, cogliendo così un’opportunità.

Recensione di Yesterday

Danny Boyle, con il suo talento capace di spaziare tra un genere e l’altro, realizza un film che è definibile come una commedia romantica e ironica, abbellendola con una buona dose di elementi surreali che talvolta creano della suspense necessaria a tenere incollato lo spettatore. Il soggetto interessante, scritto da un personaggio autore di numerose pellicole cult come Richard Curtis, che ha sempre dimostrato di saper maneggiare con cura e ironia il genere della commedia britannica, è caratterizzato da un espediente narrativo, tipico del genere (la caduta del protagonista e il conseguente trauma alla testa) che dà vita a esilaranti sequenze e a ciò che sarà poi fondamentale nella narrazione: i Beatles, nella nuova realtà di Jack, non esistono.

Da qui in poi la musica diventa maggiormente protagonista, cardine dell’esperienza filmica e della grammatica che usa il regista. Boyle marchia la pellicola con il suo stile, che vede una regia e un montaggio dinamico scandito dalla colonna musicale (tipico linguaggio che usa in molti dei suoi film, un esempio il cult Trainspotting).

Un film dai tratti fortemente nostalgici, che mira sia commuovere i vecchi fan dell’epoca dei Beatles, sia a farli conoscere alle nuove generazioni, che è poi quello che accade al pubblico all’interno del film, ignaro dell’esistenza del gruppo musicale. La presenza di Ed Sheeran, che interpreta sé stesso, è tra le punte di diamante della pellicola, risulta perfettamente coerente e funzionale alla narrazione, e non solo oggetto per attirare i fan del musicista.

Il personaggio di Jack è reso interessante dal suo dilemma interiore, dalla sindrome dell’impostore che lo affligge, che è qui perfettamente giustificata e non solo illusoria; egli sta mentendo al mondo ignaro della verità, spacciando quei capolavori della musica mondiale per suoi. Questo risulterà essere il vero motore della narrazione, a tratti interrotta dalla storia romantica del protagonista con la sua migliore amica Ellie, interpretata da una sempre adorabile Lily Collyns, risultando però quasi superflua e probabilmente non davvero necessaria.

Yesterday è sicuramente un film adorabile e godibile, perfetto per i fan dei Beatles e di tutti gli amanti della musica, che è qui senza dubbio l’assoluta protagonista.

Note positive

  • Colonna musicale dei Beatles
  • Regia e Montaggio
  • Fotografia

Note negative

  • Storia d’amore superflua alla narrazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.