Licantropus (2022): come la Marvel prova a rinnovarsi

Licantropus locandina

Licantropus

Titolo originale: Werewolf by Night

Anno: 2022

Nazione: Stati Uniti d’America

Genere: Horror, Fantastico

Casa di produzione: Marvel Studios

Distribuzione italiana: Disney+

Durata: 53 minuti

Regia: Michael Giacchino

Sceneggiatura: Heather Quinn, Peter Cameron

Fotografia: Zoë White

Montaggio: Jeffrey Ford

Musiche: Michael Giacchino

Attori: Gael García Bernal,Laura Donnelly, Harriet Sansom Harris

Trailer in lingua originale di Licantropus

Trama di Licantropus

Dopo la morte del capostipite della famiglia Bloodstone, i cacciatori di mostri più spietati si riuniscono per decidere chi sarà il nuovo portatore della pietra omonima. Tra di loro c’è Jack Russell, il quale nasconde un segreto che trasformerà la caccia al mostro in un vero bagno di sangue.

Logo dello speciale Licantropus (2022)
Logo dello speciale Licantropus (2022)

Recensione di Licantropus

Dopo un 2022 ricco di serie, più o meno apprezzate, i Marvel Studios si affidano a un loro stretto collaboratore per la direzione del loro primo speciale. Stiamo parlando di Michael Giacchino, conosciuto perlopiù per aver composto le musiche di Thor: Love and Thunder, di Doctor Strange e per la trilogia di Spider-Man e altre pellicole targate Disney. Ha accolto il progetto in maniera molto entusiasta e ne ha voluto fare un omaggio ai film horror della Universal degli anni ’30 e alle produzioni della Hammer Film Productions degli anni ’50.

Un omaggio al passato

Quale miglior modo per fare un omaggio a queste pellicole se non realizzare uno speciale tutto in black and white. La scelta però è stata anche di comodo. Come racconta il produttore esecutivo Brian Gay a Comicbook.com:

Senza colore o doversi preoccupare di un ufficio di censura, la Marvel è in grado di aggiungere più sangue ai suoi colpi di spada, tagli alla gola e decapitazioni […]

Con questa astuzia hanno potute rendere lo speciale più horror, o almeno così lo presentano. Certamente il mediometraggio è un qualcosa di diverso da tutto quello che la Marvel ha prodotto fino a ora (si avvicina molto all’obiettivo di Doctor Strange nel Multiverso della Follia, che venne presentato come “il primo film spaventoso dell’MCU” e venne affidato proprio a Sam Raimi, regista della trilogia La Casa), ma l’atmosfera horror passa comunque in secondo piano proprio perché i toni B&W smorzano il tutto; sappiamo bene che più sangue non vuol dire più violenza.

Harriet Sansom Harris as Verussa in Marvel Studios' WEREWOLF BY NIGHT, exclusively on Disney+. Photo courtesy of Marvel Studios. © 2022 MARVEL.
Harriet Sansom Harris as Verussa in Marvel Studios’ WEREWOLF BY NIGHT, exclusively on Disney+. Photo courtesy of Marvel Studios. © 2022 MARVEL.

Sempre parlando della fotografia in bianco e nero, lo speciale è stato girato totalmente a colori e la post-produzione si è occupata di applicare un filtro apposito per riportare lo speciale in atmosfere passate. Lavorare con i toni in bianco e nero partendo da una base a colori non è per nulla semplice; bisogna lavorare molto sui valori di luminosità dei colori originali, in modo da tramutarli in una vasta scala di grigi e avere un risultato più omogeneo e brillante. Questo lavoro è un po’ mancato: si alternano scene molto bianche e altre molto più scure, hanno lavorato bene negli interni (come la scena della gabbia) ma un po’ meno nel resto e l’aspetto visivo ne ha un po’ risentito.

Suspense e paura vengono resi molto di più dai primi piani dei personaggi e da movimenti come lo zoom.

Il mostro VS l’uomo

I Marvel Studios hanno abituato il loro pubblico a grandi effetti visivi, sia per quanto riguarda gli effetti speciali sia la creazione di creature fantastiche. In questo caso hanno preferito ricostruire la figura del licantropo con del puro, e complesso, make up cinematografico. I più attenti avranno sicuramente notato la somiglianza con il protagonista de L’uomo Lupo (1941), altra scelta per omaggiare le ispirazione di Giacchino. In realtà, il make-up utilizzato, fa trapelare le sembianze umane del mostro: cammina su due zampe, combatte alla Vedova Nera e non ha quella brutalità animalesca che si associata a tale bestia. Gael García Bernal, interprete di Jack Russel, commenta così:

Credo che I mostri siano più umani che supereroi. In un certo senso, i mostri sono la sublimazione dei nostri traumi e taboo. Il personaggio è molto umano quindi molto più concreto.

Quasi paradossale il fatto che siamo gli uomini, i cacciatori, i veri mostri della storia. Jack Russell è amico di un mostro e si coprono le spalle a vicenda, Elsa Bloodstone (co-protagonista) fa la conoscenza di vari mostri e capisce ben presto che non sono veramente loro la minaccia. D’altronde nulla di tutto questo è nuovo: l’uomo è capace di atrocità come nessun altro essere vivente.

Durante alcune conversazioni con altri colleghi, è saltato fuori un particolare che mi piacerebbe riportare. Il nome di uno dei protagonisti è Jack Russell, proprio come il cane! Ecco che l’indole fedele, buona e altruista di questo personaggio conferma proprio quanto detto sopra: l’uomo è la bestia più feroce (non vorrei fare spoiler quindi questa affermazione si capirà di più una volta visto lo speciale).

Laura Donnelly as Elsa Bloodstone in Marvel Studios' WEREWOLF BY NIGHT, exclusively on Disney+. Photo courtesy of Marvel Studios. © 2022 MARVEL.
Laura Donnelly as Elsa Bloodstone in Marvel Studios’ WEREWOLF BY NIGHT, exclusively on Disney+. Photo courtesy of Marvel Studios. © 2022 MARVEL.

In Conclusione

Ho dovuto rivedere lo speciale più volte per poterne apprezzare gli aspetti positivi sopratutto perché era stato presentato come uno speciale horror e non ho ritrovato molto tale aspetto. Si sperava in una rivoluzione nel modo di fare televisione Marvel, ma di rivoluzionario c’è ancora molto poco; i generi sono ancora trattati con i piedi di piombo e credo ci vorrà ancora un po’ per poter avere un vero prodotto d’autore (anche se non credo sia nei piani). Interessante la scelta di introdurre personaggi non eroi, ma manca ancora qualcosa che possa far gridare “wow”.

Note Positive

  • Personaggi
  • Musica

Note Negative

  • Fotografia
  • Una promessa di novità che non è veramente messa in atto

Intervista a Brian Gay: https://comicbook.com/marvel/news/marvel-producer-werewolf-by-night-black-and-white-exclusive/

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.