Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001) – L’inizio di una magica avventura

Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001) locandina

Harry Potter e la Pietra Filosofale

Titolo originale: Harry Potter and the Philosopher’s Stone

Anno: 2001

Paese di Produzione: Regno Unito, Stati Uniti d’America

Genere: avventura, fantastico

Casa di produzione: Warner Bros, Heyday Films, 1492 Pictures

Distribuzione: Warner Bros

Durata: 152min

Regia: Chris Columbus

Soggetto: J. K. Rowling

Sceneggiatura: Steve Kloves

Montaggio: Richard Francis-Bruce

Fotografia: John Seale

Musica: John Williams

Attori: Daniel Radcliffe, Rupert Grint, Emma Watson, Robbie Coltrane, Richard Harris, Maggie Smith, Alan Rickman, Tom Felton, Richard Griffiths, Fiona Shaw, John Hurt, Warwick Davis, Bonnie Wright, James Phelps, Oliver Phelps, Harry Melling, Ian Hart, Julie Walters, Matthew Lewis

Trailer ita del film Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001)

Dopo venti anni dalla prima proiezione nei cinema di tutto il mondo, la saga cinematografica di Harry Potter continua a essere presente nell’immaginario collettivo di tutti. E in occasione della reunion del cast (Harry Potter 20th Anniversary: Return to Hogwarts) l’intero mondo ha celebrato quel magico film che ha dato il via a una delle saghe cinematografiche più conosciute di sempre.

Harry Potter - Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001)
Harry Potter – Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001)

Non posso essere un mago… Voglio dire, sono solo Harry… Solo Harry!

Harry Potter – Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001)

Trama Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001)

Un ragazzino, rimasto orfano alla nascita, di nome Harry Potter scopre, allo scoccare del suo undicesimo compleanno, di essere un mago e che di conseguenza è stato invitato a frequentare la misteriosa scuola di magia e stregoneria di Hogwarts; da quel momento in avanti si aprirà un mondo di meravigliose avventure per il giovane Harry Potter.

Harry viene scelto dalla bacchetta - Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001)
Harry viene scelto dalla bacchetta – Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001)

È la bacchetta a scegliere il mago, signor Potter.

Olivander – Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001)

Recensione di Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001)

Ormai al ventesimo anniversario dalla sua prima uscita sul grande schermo, possiamo tranquillamente affermare che Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001) è diventato un grande classico del cinema moderno. Il mondo magico creato dalla penna di J. K. Rowling era già diventato un fenomeno letterario mondiale al tempo, e dover trasporre sul grande schermo la magia che il suo racconto ha saputo dare a milioni di fan non deve essere stato un compito semplice per il regista Chris Columbus, ma con la sua grande esperienza nel realizzare film per le famiglie (Gremlins, I Goonies, Mamma, ho perso l’aereo e Mrs. Doubtfire), il regista americano ha saputo realizzare una storia magica e a tratti fiabesca e che rimane fedele all’opera letteraria originale.

Questo primo film sarà un viaggio alla scoperta del fantastico mondo magico, partendo dal mondo normale di noi babbani, passando da Diagon Alley e il binario 9 ¾, per finalmente arrivare alla misteriosa e fantastica scuola di magia e stregoneria di Hogwarts. Perché questo non è solo l’inizio della saga, ma è anche il benvenuto in un mondo, che bene o male, diventerà parte di noi.

Il primo anno scolastico del giovane Harry Potter è un buon mix tra il fantastico e l’ingenuità nello scoprire tutto il possibile su questo nuovo e fantastico mondo magico che gli si è spalancato davanti, ma oltre a questo non mancherà un bel mistero da scoprire. Infatti, tra lezioni di magia e qualche punizione nella Foresta Proibita, il trio composto da Harry, Ron e Hermione dovrà affrontare delle prove alla loro “portata” per scoprire il più possibile su questa misteriosa Pietra Filosofale.

Le avventure che verranno mostrate sono un buonissimo bilancio tra il più classico dei fantasy, con qualche sprazzo di racconto pauroso verso il finale. Ed è proprio nel finale che si nota il cambiamento e la crescita di Harry, da bambino solo e maltrattato a una delle persone più famose della scuola, perché per crescere bisogna affrontare le proprie paure, alzarsi e non cedere di fronte alle avversità, cosa che il nostro piccolo mago e i suoi inseparabili amici sono riusciti perfettamente a fare.

Non si diventa un film così famoso e importante senza avere delle buone basi tecniche, e Harry Potter e la Pietra Filosofale non ha nulla da invidiare ai film più moderni. Gli effetti speciali sono ancora molto credibili e si mescolano bene con l’ambiente fantastico di Hogwarts, per non parlare del cast di attori, quasi perfetto, che riesce a regalarci delle interpretazioni che ormai sono entrate nell’immaginario collettivo di tutti, ma anche i classici hanno qualche difetto infatti, il volersi attenere così fedelmente all’opera madre ha sicuramente influito sulla più che generosa durata della pellicola, che in certi punti rallenta il ritmo del film.

Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001) è ormai diventato un classico del cinema fantastico, capace ancora a distanza di anni ad ammagliare e a farci innamorare di questo mondo così magico e pieno di soprese. Grazie all’atmosfera e ad un cast azzeccato, il film riesce a trasportarci immediatamente in questo mondo di magia e semplicità.

È “leviósa”, non leviosàa!

Ron Weasley – Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001)

Note positive

  • Un’avventura semplice e magica adatta a tutta la famiglia.
  • Il cast azzeccato per quasi ogni personaggio.
  • Musiche ed effetti speciali che aiutano molto a creare quell’atmosfera di magia.

Note negative

  • La durata di certe scene rallenta in modo eccessivo il ritmo del film.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.