Love Tactics (2022): commedia romantica turca

Love Tactics (2022): la nuova commedia romantica turca

Love Tactics

Titolo originale: Ask Taktikleri

Anno: 2022

Paese: Turchia

Genere: Commedia, sentimentale

Casa di produzione: Saner Ayar, Nedim Cinelioglu, Hakan Karamahmutoglu e Cengiz Çagatay

Distribuzione: Netflix

Durata: 98 minuti

Regia: Emre Kabakusak

Sceneggiatura: Pelin Karamehmetoglu

Fotografia:

Montaggio:

Musiche: Jingle Jungle

Attori: Demet Özdemir, Şükrü Özyıldız, Atakan Çelik, Doğukan Polat, Özgür Ozan, Deniz Baydar, Hande Yılmaz, Ecem Atalay e Yasemin Yazıcı

Trailer del film Love Tactics

Love Tactics è uscito l’11 febbraio su Netflix. È una commedia romantica diretta da Emre Kabakusak e scritta da Pelin Karamehmetoglu. Gli attori protagonisti sono Demet Özdemir e Şükrü Özyıldız. Özdemir è famosa per aver partecipato alla soap opera turca DayDreamer – Le ali del sogno, arrivata in Italia tramite Mediaset. Özyıldız è noto per aver recitato in spot pubblicitari, a teatro e nella serie tv Seref Meselesi

Trama di Love Tactics

La storia è quella di due sconosciuti, stilista blogger Asli e grafico pubblicitario Kerem, che non credono nell’amore. Entrambi scelgono d’illustrare agli amici le tattiche perfette per conquistare una persona. Asli lo fa per scrivere tutto sul proprio blog e Kerem per vincere una campagna pubblicitaria. I due s’incontrano in un locale e decidono di usarsi per usare le tattiche di seduzione e innamoramento. Entrambi utilizzano falso disinteresse e impulsi trattenuti, in modo di conquistare l’altra persona. 

Love Tactics, Netflix

Recensione di Love Tactics

Guardando Love Tactics si scopre che Asli e Kerem fanno di tutto per mostrare quanto siano competenti nella conoscenza dell’altro sesso e di come conquistarlo e farlo innamorare. Distribuiscono suggerimenti su cosa e come fare dall’inizio alla fine di una storia d’amore. Soprattutto, Asli che, nel proprio blog, annota ogni dettaglio le mosse sue e quelle del Signor K. Ovviamente, descrive tutte le tattiche di Kerem come comportamenti calcolati per conquistare l’ennesima ragazza. Scrive come una preda può diventare predatore e, quindi, girare completamente la faccenda. In Love Tactics, quindi, Asli e Kerem si destreggiano per non mostrare il coinvolgimento per non apparire semplici da essere sedotti. Tutte mosse che fanno parte della prima fase di corteggiamento. Questo gioco, ovviamente, potrebbe prendere una strada completamente diversa, tra momenti romantici e attimi divertenti. Love Tactics, quindi, vuole lanciare una domanda: in amore vince chi fugge? Il finale darà la risposta.

Il film, da vera commedia romantica, parla di destino, il mix di coincidenze che portano due perfetti sconosciuti a innamorarsi. Ci s’interroga anche sul fatto che la strategia, forse, non sempre può essere identificata con l’amore. Il gioco di Asli e Kerem, quindi, può risultare divertente, ma, nel profondo, è solo un’unione di cliché femminili e maschili. In alcune scene vengono citati Ghost, Come farsi lasciare in 10 giorni e Pretty Woman. I personaggi risultano infantili, a causa dell’interpretazione sopra le righe e i dialoghi superficiali e pieni di stereotipi uomo/donna. Love Tactics, quindi, è una pellicola più per ragazzi e meno per adulti. È presente troppo glamour che, spesso, diventa stucchevole. La pellicola, quindi, appare prevedibile, con protagonisti un po’ finti, dal punto di vista emotivo. Le scene, infatti, dove è presente l’amore si presentano in maniera forzata e per nulla credibile. 

Love Tactics (2022): commedia romantica turca
Love Tactics, Netflix

Esiste una leggenda dietro ai nomi dei protagonisti di Love Tactics

In Love Tactics, dietro ai nomi Asli e Kerem si nasconde una leggenda appartenente alla letteratura popolare del XVI secolo, raccontata in Armenia, Azerbaigian, Anatolia e Albania. “C’era una volta Padişah, un anziano sultano d’Isfahan, sconvolto dal fatto di non avere un figlio maschio. Il tesoriere del sultano Keşiş (Monaco), allora, piantò un albero di mele e nello stesso anno a Padişah nacque un figlio, bello da fare invidia, chiamato Kerem. Keşiş aveva una bellissima figlia di nome Aslı. Questi due giovani, quindi, trascorsero l’infanzia insieme, ma dopo aver saputo di una profezia per cui i due erano destinati a sposarsi, la ragazza è stata trasferita altrove. Cresciuti, i due si incontrarono per caso, e Kerem rimase senza parole. Aslı scomparve dopo un po’. Un giorno Kerem venne a conoscenza dell’imminente matrimonio di Aslı, così andò di corsa da lei e riuscì a sposarsi con lei la stessa notte. Il padre di Aslı, però, lanciò un incantesimo su Kerem durante la cerimonia, contrariato per motivi legati alle religioni diverse. Una volta a casa, Kerem slacciava i bottoni della camicia di Aslı, ma questi si riallacciavano. Kerem, esausto, emise un “ah”, e iniziò a uscire fuoco dalla bocca. Aslı, allora, gettò dell’acqua per spegnerlo, ma divampò un incendio che lo rese cenere. Aslı, quindi, pianse per il dolore, e non appena i suoi capelli toccarono la cenere, morì bruciata anche lei.” 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.