Mamma Mia! (2008): il mix perfetto per il musical perfetto

mamma mia locandina

Mamma Mia!

Titolo originale: Mamma Mia!

Anno: 2008

Paese: USA, UK, Germania

Genere: commedia, musicale, sentimentale

Produzione: Universal Pictures, Playtone, Littlestar Productions, Internationale Filmproduktion Richter

Distribuzione: Universal Pictures

Durata: 108 minuti

Regia: Phylida Lloyd

Sceneggiatura: Catherine Johnson

Fotografia: Haris Zambarloukos

Montaggio: Lesley Walker

Musiche: Stig Anderson, Benny Anderson, Bjorn Ulvaeus

Attori: Amanda Seyfried, Stellan Skarsgard, Pierce Brosnan, Colin Firth, Meryl Streep, Julie Walters, Christine Baranski, Dominic Cooper

Trailer italiano del film Mamma Mia!

Adattamento cinematografico dell’omonimo musical teatrale scritto da Bjorn Ulvaeus e Benny Anderson, il film Mamma Mia è basato sulle canzoni del famoso gruppo pop anni ’70 svedese ABBA. Il titolo stesso riprende quello di una delle loro più celebri canzoni, del 1975. Distribuito nel 2008 è il musical con il maggior incasso nella storia del cinema ed è al sesto posto nella classifica degli incassi di quell’anno. La pellicola fu nominata ai Grammy Awards per la miglior colonna sonora e per la miglior compilation per la colonna sonora, fu nominata ai Bafta come miglior film britannico e fu nominata come miglior film commedia o musicale ai Golden Globe 2009.

Il film è stato girato sulle due isole di Skopelos (dove è visitabile la chiesetta presente nel film) e di Skiathos.

Una curiosità è che l’attore Pierce Brosnan raccontò di aver firmato il contratto senza nemmeno leggere il copione, perché disposto a partecipare a qualsiasi cosa in cui fosse coinvolta Meryl Streep.

Trama di Mamma Mia!

Sophie (Amanda Seyfried) è una giovane ragazza in procinto di sposarsi con Sky (Dominc Cooper) sull’isoletta greca di Kalokairi dove è nata e cresciuta con la sola madre (Meryl Streep) e dove insieme gestiscono l’albergo Villa Donna. Sognando di essere accompagnata all’altare dal padre, di cui non conosce l’identità, decide d’invitare di nascosto al matrimonio tre uomini con cui la madre si frequentò nel periodo in cui rimase incinta e di cui scrisse nel suo diario, che Sophie ritrova per caso. Questi tre uomini sono Harry Bright, Bill Anderson e Sam Carmichael, interpretati rispettivamente da Colin Firth, Stellan Skarsgard e Pierce Brosnan.

mamma mia credits
Cast- Scena dai titoli di coda

Recensione di Mamma Mia!

Considerabile forse il film che riaprì la strada ai musical ad Hollywood, questa pellicola vanta davvero un cast d’eccezione. Innanzitutto Meryl Streep che seppur in un ruolo un po’ diverso da quelli in cui si era vista precedentemente, risulta nel pieno della forma. Un personaggio che sembra cucito apposta per lei ed una ottima interpretazione in cui riesce a trasmettere tutto il sentimento che una madre può provare per la figlia che ha cresciuto da sola contando solo sulle proprie forze, che trasmette la forza di una donna single ma non sola, che trae la sua forza dal profondo di una nimo ribelle, dall’amore per la vita, per la figlia e per ciò che la circonda.

Passando poi ad Amanda Seyfried, che interpreta la giovane Sophie, anche se sicuramente con un risultato non alla pari di quello della Streep riesce comunque ad essere all’altezza senza mai sfigurare. Perfetta nel ruolo della sognante ragazzina ventenne (aveva d’altronde circa 22 anni nel periodo delle riprese) che sicuramente ancora non sa di preciso che cosa vuole per il suo futuro. Stupenda lei e soprattutto la scena con Dominic Cooper (Sky) al tramonto sulle note di ‘Lay all your love on me’; la carica di eros e le vibrazioni tra i due sono palpabili, ed ottima anche la scelta di modificare leggermente il testo del brano per farlo cantare ad entrambi i personaggi che vengono così mostrati coinvolti e protagonisti in egual modo, nonostante il ruolo di lui sia in realtà puramente secondario nel corso del film. Coinvolgente anche dal punto di vista scenografico e coreografico (così come ogni brano in realtà) con lo sfondo dell’isola al tramonto e i ragazzi sulle moto d’acqua che poi si allontanano all’orizzonte.

mamma mia 3
Amanda Seyfried e Dominc Collins nella scena ‘Lay all your love on me’

Adorabili le migliori amiche di Donna nel loro ruolo di spalla alla protagonista, Christine Baranski (Tanya) e Julie Walters (Rosie). Due personaggi opposti tra loro ma a in un certo senso iconici, riescono con le loro interpretazioni quasi a rubare la scena alla Streep nelle scene in cui sono tutte e tre assieme. Le gags tra le due sono perfettamente bilanciate, ed anche le due canzoni a loro affidate (‘Does your mother know’ per la prima e ‘Take a chance on me’ per la seconda) sono dei momenti musicali e divertenti.

Buono nel complesso il cast maschile, con un ottimo Colin Firth perfettamente nel personaggio, che dà quasi l’impressione di essersi davvero divertito a girare il film come se fosse una vera vacanza. Skarsgard dà una buona interpretazione, anche se forse con minore screen time non riesce di fatto a colpire quanto il primo. Pierce Brosnan invece, che interpreta il più importante tra i tre uomini del passato di Donna, è quello che è risultato il più ingessato tra loro; sicuramente il personaggio stesso è quello che dovrebbe sentirsi più a disagio nel contesto della trama, ma comunque la sua interpretazione manca di un “quid” in più. Un esempio è la scena sulle note di ‘The winner takes it all” che di fronte alla magistrale e commovente interpretazione della Streep, lo vede quasi scomparire, quasi ci si dimentica che lui sia lì con lei, si limita a guardarla con le mani in mano e lo sguardo perso.

mamma mia 1
Meryl Streep e Pierce Brosnan nella scena ‘The winner takes it all’

Tra le scene più belle del film sicuramente va inserita quella in cui Donna assieme a tutte le donne del villaggio cantano e ballano per le strade sulle note di ‘Dancing queen’ fino ad arrivare al mare. Un bel momento corale di unione e gloria femminile su una delle canzoni simbolo di questo film (viene ripresa infatti anche alla fine, nella scena cantata dei titoli di coda).

mamma mia 2
Scena ‘Dancing Queen’

Commovente invece la scena in cui Harry, Bill e Sam si alzano in piedi e si posizionano dietro alla sposa accettando di essere ognuno padre per un terzo di Sophie, senza voler sapere chi effettivamente tra loro sia il padre della ragazza. Viene sottolineato in quel momento il fatto che non sia l’effettivo legame di sangue a definire una famiglia, quanto il rapporto ed i sentimenti che uniscono e legano le persone, indipendentemente da tutto.

È sicuramente un film da vedere quando si ha voglia di staccare la spina, di viaggiare con la mente (la Grecia viene mostrata in tutta la sua bellezza di isola senza tempo), quando si ha voglia di qualcosa di divertente e per cantare in compagnia. Essendo un film di fatto costruito attorno alle canzoni non ci si deve aspettare una trama particolarmente strutturata, ma forse proprio questa è la sua carta vincente: nella sua semplicità è una pellicola che punta su canzoni iconiche, bravi interpreti e uno sfondo da sogno. 

Note positive

  • cast d’eccezione
  • ambientazione
  • canzoni iconiche degli ABBA

Note negative

  • trama molto semplice senza colpi di scena

Leave a Reply

14 − due =