Supereroi (2021): la vita di coppia e la prova del tempo

SUPEREROI-locandina-film

Supereroi

Titolo originale: Supereroi

Anno: 2021

Paese: Italia

Genere: Commedia, Sentimentale

Casa di produzione: Lotus Production

Distribuzione: Medusa Film

Durata: 120 minuti

Regia: Paolo Genovese

Sceneggiatura: Paolo Genovese

Fotografia: Fabrizio Lucci

Montaggio: Consuelo Catucci

Musiche: Maurizio Filardo

Attori: Alessandro Borghi, Jasmine Trinca, Elena Sofia Ricci, Vinicio Marchioni, Greta Scarano

Trailer del film Supereroi

Dopo Perfetti Sconosciuti e The Place, Paolo Genovese torna sul grande schermo per raccontarci la complessità delle relazioni e per interrogarsi riguardo la possibile esistenza di un amore eterno e perfetto. Il film esce in Italia nel periodo di Natale, esattamente il 23 dicembre 2021.

Trama di Supereroi

Lui un impacciato professore di fisica, lei una raggiante fumettista dallo sguardo fulgido. Marco e Anna si incontrano per caso una sera di pioggia, riparandosi sotto lo stesso porticato, e da lì nasce una turbolenta storia d’amore che, tra alti e bassi, effusioni e litigate, durerà parecchi anni. Anna decide di raccontarla tramite un fumetto che intitola “Supereroi”, sostenendo che le coppie i cui componenti siano capaci di rimanere uniti per molto e in modo stabile siano considerabili dei veri eroi.

Alessandro Borghi e Jasmine Trinca in Supereroi
Alessandro Borghi e Jasmine Trinca in Supereroi

Recensione di Supereroi

È inevitabile che la passione, che inizialmente alimentava una relazione, vada affievolendosi sul lungo periodo, lasciando il posto alla routine, ai dubbi e ai lunghi silenzi. Perciò la domanda che il film pone è: in che modo è possibile per una coppia superare la prova del tempo? Come può la forza dell’amore riuscire a vincere la sfida contro gli anni che passano? La pellicola invita innanzitutto a non confondere l’abitudine con la noia, la prima fondante per un rapporto duraturo mentre la seconda distruttiva e rovinosa, e suggerisce di non cadere nella trappola della gelosia e della perdita di fiducia nell’altro. È interessante come Marco tenti di trovare una spiegazione all’amore e alle separazioni ricorrendo all’ambito scientifico: “In fisica più aumenta la distanza tra due corpi, maggiore sarà l’attrazione che li porterà a ricongiungersi. Perciò, ragazzi, se vi amate tanto non allontanatevi troppo” consiglia ai suoi alunni durante una lezione.

Sebbene la tematica del tempo sia essenziale per la trama, è la rappresentazione del tempo stesso che rende il film poco apprezzabile. Il regista decide di raccontare la relazione di Marco e Anna in due momenti diversi contemporaneamente, ricorrendo al montaggio alternato. Ma purtroppo non è sempre chiaro quando avvengano questi salti tra passato e presente e il racconto appare spesso disomogeneo e non organico. L’idea dei due piani temporali separati è azzeccata e originale, ma non è resa come dovrebbe e conferisce confusione al film. “Supereroi” è una bellissima storia, ma messa in scena non come avrebbe meritato. Nonostante ciò alla pellicola non mancano pregi, a partire dalla scelta musicale calzante: si susseguono una serie di brani, ovviamente d’amore, in linea con la trama e collocati nei momenti giusti, a partire da I’m Yours di Jason Mraz fino a Sei Bellissima di Loredana Bertè. Ma il vero vanto del film è il duo di attori principali: Jasmine Trinca, pluripremiata interprete che non si smentisce mai, e Alessandro Borghi, uno degli attori italiani più talentuosi del XX1 secolo. La raffinatezza delle loro interpretazioni, favorita da un’evidente alchimia tra i due, dona al film quella dolcezza di cui aveva bisogno, riuscendo a commuovere lo spettatore strappandogli qualche lacrima.

Fotogramma del film Supereroi
Fotogramma del film Supereroi

Malgrado non sia stato all’altezza delle sue opere precedenti, Genovese è sempre in grado di emozionare il suo pubblico, questa volta facendo riscoprire la bellezza dello stare insieme, del condividere la propria vita con un’altra persona, del “passare tutto il giorno nel caos del mondo e sapere che quando torni a casa lui c’è”.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.