Zootropolis+ – Prima stagione (2022): una serie per i più piccoli

Recensione, trama, cast della serie Zootropolis+, distribuita su Disney Plus dal 9 novembre 2022.
Condividi su
Zootopia+ logo

Zootropolis+

Titolo originale: Zootopia+

Anno: 2022

Paese: Stati Uniti d’America

Genere: Animazione

Casa di Produzione: Walt Disney Animation Studios

Distribuzione italiana: Disney Plus

Ideatore: Trent Correy

Stagione: 1

Puntate: 6

Regia: Trent Correy, Josie Trinidad

Musica: Curtis Green, Mick Giacchino

Doppiatori originali: Idris Elba, Nate Torrence, Maurice LeMarche, Alan Tudyk, Bonnie Hunt, Don Lake, Raymond Persi, Kristen Bell

Trailer di Zootopia+

Walt Disney Animation Studios nel lontano 2016 ci ha fatto conoscere la fatiscente e caotica cittadina Zootropolis, un luogo abitato da ogni tipo di animali (escluso l’uomo), da quelli più piccolini come i ratti fino a quelli più maestosi e giganteschi come le giraffe e gli elefanti. La pellicola dal titolo omonimo, che vede alla regia Byron Howard, Rich Moore e Jared Bush, ottenne nel 2017 l’ambita statuina ottenendo il Premio Oscar come Miglior film d’animazione.  Successivamente, con l’uscita di Disney Plus, la Disney decide di andare a riprendere questo universo narrativo al fine di svilupparlo maggiormente, da questa idea nasce la serie Zootropolis+ (titolo originale Zootopia+), ideata da Trent Correy, un veterano dell’animazione Disney ha supervisionato l’animazione di Olaf per Frozen 2 e ha diretto i corti “Once Upon a Snowman” e “Drop”.  Alle redini di questo progetto troviamo anche Josie Trinidad, co-responsabile della sceneggiatura nel classico disney 2016 oltre e creatore narrativo del film “Ralph Breaks the Internet”.

In realtà ho presentato tre proposte ma quella che mi entusiasmava di più era ‘Zootopia+’, perché si svolgeva in un mondo così ricco e con tanti personaggi divertenti con cui avrei sempre voluto passare più tempo. Ho inviato un trattamento di una pagina con un paio di titoli di episodi e di logline. Sono stato messo in coppia con Josie, Byron e Jared, che mi hanno incoraggiato a buttarmi nel divertimento

Trent Correy

Ad aggiungere divertimento a “Zootopia+” è la rosa di doppiatori, dove troviamo molti ritorni dal film originale.  Idris Elba e Nate Torrence tornano nei panni di Capo Bogo e Clawhauser. Maurice LeMarche dona la voce di Mr. Big, mentre Alan Tudyk è di nuovo presente come Duke Weaselton. Bonnie Hunt e Don Lake doppiano ancora una volta i genitori di Judy Hopp, Bonnie e Stu. Il bradipo preferito da tutti, Flash, è doppiato da Raymond Persi, mentre la poliedrica Kristen Bell (voce di Anna in “Frozen”) interpreta la fidanzata di Flash, Priscilla. La serie, costituita da sei brevissimi episodi, viene distribuita su Disney Plus il 9 novembre 2022.

Trama di Zootropolis+

Zootropolis+ torna nella frenetica metropoli dei mammiferi di Zootropolis in una serie di cortometraggi che approfondisce le vite di alcuni degli abitanti più curiosi del film vincitore dell’Oscar®, tra cui Fru Fru, toporagno artico alla moda, Clawhauser, il ghepardo goloso, e Flash, il bradipo sorridente e pieno di sorprese.

Salta a bordo: Con il dinamismo delle telecamere, la musica intensa e i tropi film d’azione, questo episodio porta gli spettatori in un’avventura frenetica da Bunnyburrow al cuore di Zootopia, quando Judy Hopps (Ginnifer Goodwin) sale su un treno per iniziare la sua nuova vita nella grande città. Mentre i suoi genitori, Bonnie e Stu (Bonnie Hunt e Don Lake), guardano in lacrime il treno uscire dalla stazione, si rendono conto che anche la loro figlia più piccola, Molly, è a bordo del treno. Una volta fatta questa scoperta, Bonnie e Stu lasciano il comfort e la sicurezza della loro casa e si lanciano all’inseguimento del treno in corsa e della clandestina Molly. Si tratta di una corsa audace e selvaggia, mentre il duo tira fuori tutte le sue carte e si cimenta in una guida acrobatica e veloce per tenere il passo del treno e tentare di salvare la loro giovane figlia.

Zootopia+ © 2022 Disney. Tutti i diritti riservati.
Zootopia+ © 2022 Disney. Tutti i diritti riservati.

I veri roditori dei piccoli rodentia: “Zootopia+” offre la propria versione distinta di un reality show con questo esilarante episodio incentrato sull’imminente matrimonio di Fru Fru (doppiata da Leah Latham), figlia del boss del crimine di Tundratown e capo bisbetico, Mr. Big (Maurice LaMarche). Mentre organizza il matrimonio con le sue amiche, Christine (Porsha Williams), Charisma (Crystal Kung Minkoff) e Brianca (Katie Lowes), l’arrivo improvviso dell’amica d’infanzia Tru Tru (Michelle Buteau) sconvolge la riunione e mette in moto una faida, un incidente che salva la vita e un momento di riflessione. Tutto è bene quel che finisce bene, perché Fru Fru ricorda l’essenza dell’amicizia, sceglie la sua “bisbetica d’onore” e va avanti con il matrimonio dei suoi sogni.

Dunke: Il musical – Il piccolo truffatore Duke Weaselton (Alan Tudyk) punta al “grande momento” in questo episodio musicale oltraggioso e fantasioso, in cui il criminale di professione ripensa alla sua vita e si immagina come un bravo ragazzo. Canta di mettere le cose a posto, mentre immagina di scegliere una varietà di percorsi e carriere alternative, tra cui un venditore di auto usate, un avvocato, un chirurgo, un autore e persino un genio della finanza (la “Donnola di Wall Street”). Come magnate del petrolio, punta alla luna, ma torna sulla terra e si confronta con le sue passate inclinazioni. Su una canzone originale, “Big Time”, con musiche di Michael Giacchino e testi di Elyssa Samsel e Kate Anderson, questo episodio si diverte con le luci, la messa in scena e lo stile stravagante del teatro musicale tradizionale e del cinema.

Il padrino della sposa: Mr. Big è al centro della scena in questo omaggio al genere delle famiglie criminali. Mentre si prepara per il matrimonio della figlia, torna con la mente al vecchio paese e alle sue umili e dure origini di immigrato bisbetico. La vita era difficile per un piccolo mammifero in un mondo grande, ma con l’acquisto di una bicicletta, l’attitudine a non sentirsi mai piccolo e un piccolo aiuto da parte di alcuni improbabili amici, Mr. Big si costruisce una famiglia e trova il suo posto nel mondo. Imari Williams è la voce di Rhino Boss.

Quindi pensi di poter ballare: Quando si tratta della mega pop-star Gazelle (Allison Trujillo-Strong), non c’è fan più grande in tutta Zootopia di Benjamin Clawhauser (Nate Torrence), il ghepardo più affascinante del Dipartimento di Polizia. Quando Clawhauser sente parlare della possibilità di fare un’audizione per il concorso di talenti “So You Think You Can Prance”, in cui il vincitore avrà la possibilità di diventare il ballerino di riserva di Gazelle, diventa la sua ultima ossessione. I suoi sforzi per arruolare il capo Bogo (Idris Elba) come suo partner di ballo incontrano resistenza. Proprio quando sembra che i suoi sogni stiano per essere infranti, Clawhauser scopre che un capo non abbandona mai la sua spalla. Questo episodio divertente e pieno di musica dimostra che i sogni possono diventare realtà.

Cena Russa: Sono le 17:30 in un bistrot locale di Zootopia e Sam (Charlotte Nicdao), la cameriera della Lontra, sta cercando di uscire in fretta e furia per poter assistere al concerto dei Gazelle in serata. Tutti i sistemi sono pronti e Sam sta preparando l’ultimo tavolo, quando Flash il Bradipo (Raymond S. Persi) e la sua futura fidanzata Priscilla (Kristen Bell) entrano a cena. La coppia non ha fretta e Flash ha un piano nascosto, mentre Sam cerca di mettergli fretta, provocando però una serie di disastri. Riuscirà Sam ad arrivare in tempo al concerto? Se quest’anno vedete solo una commedia sentimentale di Sloth, questa è quella da prendere.

Recensione di Zootropolis+

Una serie assolutamente adatta per un pubblico di piccolissimi o di affezionati all’universo di Zootropolis. Un prodotto che ci conduce nuovamente all’interno della cittadina di animali per andare ad approfondire quei personaggi e quegli spazi cittadini che il film non è riuscito completamente a mostrare essendo concentrato essenzialmente sull’indagine di Judy Hopps e Nick Wilde. I cortometraggi, realizzati con un genere alquanto distinto l’uno dall’altro, passando dall’azione – avventura (“Hopp on Board”) fino alla commedia sentimentale (“Dinner Rush”), senza dimenticare il musical (“Duke: The Musical”) o la parodia dei classici reality show americani (“The Real Rodents of Little Rodentia”) o all’omaggio al cinema noir (“The Godfather of the Bride”), prendono a protagonisti dei personaggi minori del classico disney come il toporagno Mr. Big, una specie di Boss semi-mafioso di Zootropia e la figlia Fru Fru, che troviamo alle prese con il matrimonio da sogno. L’episodio dedicato a Mr. Big, risulta indubbiamente quello di maggior fattura sia visiva che narrativa, riuscendo a creare una storia avvincente e interessante anche per un pubblico più grandicello, contrariamente a quanto è avvenuto con il primo episodio della serie dove ritroviamo una giovanissima Judy Hopps che lascia la sua famiglia in treno per trasferirsi in città. Questa puntata è incentrata totalmente sul padre e la madre della coniglietta dimostrandosi un’avventura carina, ma niente di più.

Una delle note più carine della serie è l’aver unito, tramite alcuni piccoli dettagli, le puntate. Infatti in alcune (non tutte) possiamo rintracciare degli elementi in comune come la presenza della ciambella gigante che stava per schiacciare Fru Fru, oppure della star della musica di Zootropolis che vediamo in ben due episodi, quelli conclusivi. Detto ciò la serie possiede una discreta animazione e delle tematiche interessanti concentrandosi maggiormente sull’importanza della famiglia.

Il Padrino della Sposa Zootopia+
Il Padrino della Sposa – Zootopia+ © 2022 Disney. Tutti i diritti riservati.

In conclusione

Zootropolis+ è una serie alquanto semplice narrativamente, risulta perfetta per un pubblico di giovani, con delle storie che sanno catturare la loro attenzione, anche se a tratti risultano un po’ troppo brevi.

Note positive

  • Animazione
  • Episodi simpatici

Note negative

  • Si poteva osare di più dal punto di vista narrativo, con puntate un pizzico più lunghe.
Condividi su
Stefano Del Giudice
Stefano Del Giudice

Laureatosi alla triennale di Scienze umanistiche per la comunicazione e formatosi presso un accademia di Filmmaker a Roma, nel 2014 ha fondato la community di cinema L'occhio del cineasta per poter discutere in uno spazio fertile come il web sull'arte che ha sempre amato: la settima arte.

Articoli: 925

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.