Lupin the IIIrd – Ishikawa Goemon getto di sangue (2017): L’onore di un Samurai

Lupin the IIIrd Ishikawa Goemon getto di sangue locandina

Lupin the IIIrd – Ishikawa Goemon getto di sangue

Titolo originale: LUPIN THE IIIRD 血煙の石川五ェ門 Lupin the IIIrd: Chikemuri no Ishikawa Goemon

Anno: 2017

Paese di Produzione: Giappone

Genere: animazione, azione, drammatico, thriller

Casa di produzione: TMS Entertainment

Distribuzione: Prime Video, Netflix

Durata: 50 min

Regia: Takeshi Koike

Sceneggiatura: Yūya Takahashi

Soggetto: Monkey Punch

Montaggio: Yoshihiro Kasahara

Fotografia: Jirō Tazawa

Character Design: Takeshi Koike

Musica: James Shimoji

Doppiatori Originali: Kan’ichi Kurita, Kiyoshi Kobayashi, Miyuki Sawashiro, Kōichi Yamadera, Akio Hirose, Daisuke Namikawa

Doppiatori Italiani: Stefano Onofri, Alessandro Maria D’Errico, Alessandra Korompay, Rodolfo Bianchi, Mario Zucca, Antonio Palumbo

Non andrà come tu credi!

Ishikawa Goemon – Lupin the IIIrd: Ishikawa Goemon getto di sangue

Dopo l’apprezzato Lupin III – La lapide di Jigen Daisuke, Takeshi Koike torna sul grande schermo con un film incentrato questa volta su Goemon Ishikawa, famoso samurai e compagno di Lupin III, il celebre ladro creato da Monkey Punch. Inoltre, lo stile utilizzato per questa pellicola è il medesimo dei precedenti lavori di Koike (Lupin the Third – La donna chiamata Fujiko Mine e Lupin III – La lapide di Jigen Daisuke).

Goemon in una scena del film - Lupin the IIIrd Ishikawa Goemon getto di sangue
Goemon in una scena del film – Lupin the IIIrd Ishikawa Goemon getto di sangue

Trama Lupin the IIIrd – Ishikawa Goemon getto di sangue

Il giovane Goemon viene assunto come guardia del corpo da un boss della malavita che crede ancora nel credo dei samurai, ma l’imprevista irruzione di un inarrestabile ex-soldato conosciuto come lo “Spettro delle Bermuda”, causerà la morte di quest’ultimo. L’onore del samurai è a rischio e l’unico modo per conservarlo è mettere in gioco la propria vita in uno scontro sanguinoso dove il samurai dovrà affrontare il suo più terribile avversario mai incontrato.

Goemon - Lupin the IIIrd Ishikawa Goemon getto di sangue
Goemon – Lupin the IIIrd Ishikawa Goemon getto di sangue

Recensione di Lupin the IIIrd – Ishikawa Goemon getto di sangue

La seconda pellicola diretta da Koike su Lupin III riprende le caratteristiche chiave dell’opera precedente con una durata di all’incirca 50 min e nel raccontare la storia. Infatti, viene messa in atto lo scontro tra uno dei componenti della banda di Lupin III e un nemico che rappresenta una controparte sia nell’aspetto che nelle ideologie, offrendo però al protagonista l’opportunità di maturare durante il corso della vicenda.

Oltre alla solita premessa che non si smentisce mai, la storia prende forma sull’alquanto non banale intuizione di mettere in seria discussione la proverbiale invincibilità del samurai di Monkey Punch, che nelle sue apparizioni animate ha trovato ben pochi rivali in grado di tenergli testa. In questa pellicola invece il samurai sembra addirittura finire sul punto di morte per mano di un avversario rozzo e potente e le ferite che ne ricaverà serviranno come motivazione per tornare alle origini e spingersi oltre i propri limiti.

Anche se questo mediometraggio sembra molto simile alla pellicola precedente dedicata completamente a Jigen vi sono alcune differenze sostanziali, una di queste è l’atteso ritorno di Zenigata in un ruolo decisamente lontano da quello simpatico e impacciato che tutti ricordiamo infatti, l’ispettore è stoico e fermo mosso da un irreprensibile senso del dovere e assettato di giustizia.

Oltre alla sorpresa di Zenigata, in questo film vediamo una scelta decisa di mettere da parte il personaggio di Lupin III che si vedrà ricoprire un ruolo molto passivo. Nella pellicola precedente l’intelletto e il carisma del ladro gentiluomo aveva sicuramente messo in ombra il protagonista della storia ma in questo seguito si è voluto eccedere nel senso opposto permettendo però di dare più importanza alla crescita e al personaggio di Goemon.

Il samurai, comunque, però non esce dai soliti stereotipi e cliché a cui il personaggio è ispirato e siamo stati abituati ad apprezzare. Eppure, il tratteggio sporco di Koike e le varie situazioni suggestive fatte da silenzi e scene d’azione crude riescono a dare giustizia e una conclusione degna al silenzioso samurai. E se dunque si è deciso di dare più importanza alla figura di Goemon purtroppo, come nell’opera precedente, il cattivo Hawks è stato decisamente caratterizzato e sfruttato poco dando l’impressione allo spettatore che sia un personaggio sprecato o non utilizzato al massimo delle sue possibilità.

Ad accomunare i due lavori di Koike sono sicuramente l’atmosfera più matura e cupa, e la violenza che in questo lavoro è sicuramente più esagerata arrivando qualche volta allo splatter. La volontà di tornare e mostrare delle situazioni più simili all’opera cartacea si fanno sentire, regalando delle scene con un impatto stilistico impressionante colonizzando gran parte delle sequenze.

In conclusione “Lupin the IIIrd – Ishikawa Goemon getto di sangue” eredita dal film precedente le cose buone fatte come le magnifiche animazioni, le atmosfere cupe e il tratto sporco che rimanda al manga, ma eredita fortemente anche gli stessi difetti come una trama prevedibile e la poca caratterizzazione dell’antagonista della storia.

Note positive:

  • Ambientazioni e situazioni più cupe e mature
  • Fantastiche animazioni soprattutto nelle scene d’azione
  • Il tratto di Koike è un continuo richiamo all’opera cartacea

Note negative

  • Trama forse un po’ confusionaria e prevedibile
  • Hawks non caratterizzato abbastanza

Leave a Reply

17 + 13 =