Una canzone per Bobby Long (2004): Dal romanzo Off Magazine Street

Trailer italiano del film Una canzone per Bobby Long

Una canzone per Bobby Long è un film drammatico del 2004, diretto da Shainee Gabel, con protagonisti John Travolta e Scarlett Johansson. Il film è tratto dal romanzo Off Magazine Street di Ronald Everett. E’ stato presentato in anteprima al Festival di Venezia nel settembre 2004.

Trama di Una canzone per Bobby Long

Purselane, detta Pursy, viene a scoprire dal proprio ragazzo della morte della madre, con cui da anni aveva perso i contatti, grazie alla telefonata dell’ex compagno di questa, Bobby Long. A seguito della scoperta Purselane decide di lasciare il suo ragazzo ed andare a vivere nella casa della madre a New Orleans. Solo al suo arrivo nella città della sua infanzia scoprirà di dover dividere la casa della madre con il suo ex compagno ed ex docente universitario Bobby Long e il suo fedele allievo Lawson Pines. La convivenza tra questi si rivelerà più complicata del previsto, soprattutto per la giovane Pursy che si ritroverà sopraffatta da un segreto che potrebbe sconvolgerla.

A love song for Bobby Long
Scarlett Johansson in Una canzone per Bobby Long (2004)

Recensione di Una canzone per Bobby Long

Shainee Gabel nella sua opera prima non poteva rendere il percorso più difficile di così alla sua giovane protagonista Purselane (Scarlett Johansson), a cui viene stravolta la vita fin dai primi minuti, a seguito della notizia della morte della madre. Malgrado avesse perso ogni tipo di rapporto con lei, questo fatto la spingerà ad abbandonare la roulotte in cui vive con il proprio ragazzo per trasferirsi nella casa della defunta madre. Al suo arrivo nell’appartamento farà la conoscenza di due soggetti al quanto particolari: Bobby Long (John Travolta), ex docente universitario ed ex compagno della madre, e il suo giovane allievo prediletto Lawson Pines (Gabriel Macht), intento ormai da anni a scrivere una biografia del suo mentore. La convivenza tra questi tre personaggi, ognuno per vari motivi, arresi alla vita non risulterà facile. Vi saranno numerosi scontri, scatenati principalmente da Bobby voglioso di farla andar via da quella casa, nascondendo alla giovane Purselane che le sia stata lasciata dalla madre. Nel corso della permanenza di Purselane i conflitti iniziali si affievoliranno sempre di più, così come i tentativi di Bobby di farla andar via. Purselane, una diciottenne fattasi praticamente da sola si ritroverà improvvisamente a farsi far prendere cura da questi due soggetti che mai come nessun altro nella sua vita simboleggiano per lei la famiglia.

Una canzone per Bobby Long
foto Una canzone per Bobby Long: scena del film

Se e come nella vita di tutti i giorni possa succedere che persone ormai chiuse in loro stesse e senza alcuna aspettativa dalla vita possano aiutarsi a vicenda, non si sa. Ciò che è certo è che in questi 119 minuti non si può non provare tenerezza nel vedere ognuno di loro demolire quel muro che avevano issato per proteggersi dal mondo, o forse più da loro stessi. Vedere che persino da un fatto così amaro possa nascere qualcosa di così profondo e sincero non può che riscaldare il cuore dello spettatore, che si ritrova a essere accompagnato in questo viaggio interiore e interpersonale da continue citazioni intellettuali inscritte in una cornice di brani blues che più che mai rendono l’insieme romantico, il tutto con un tocco a tratti da commedia e delle interpretazioni assolutamente degne di nota.

Note positive

  • Sceneggiatura
  • Caratterizzazione dei personaggi
  • Note comiche che alleggeriscono la drammaticità dei fatti

Note negative

  • a tratti si avverte un soffocamento dell’emotività di Purselane

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.