Gold(2022): una desertica storia di sopravvivenza

locandina di Gold 2022

Gold

Titolo originale: Gold

Anno: 2022

Nazione di produzione: Australia

Genere: Thriller, Sopravvivenza

Casa di Produzione: Ingenious Media

Casa di distribuzione: Adler Entertainment

Durata: 1h 37m

Regia: Anthony Hayes

Sceneggiatura: Anthony Hayes

Fotografia: Ross Giardina

Montaggio: Sean Lahiff

Musiche: Antony Partos

Attori: Zac Efron, Anthony Hayes, Susie Porter, Andreas Sobik, Akoul Ngot, Thiik Biar.

Trailer di God (2022)

Gold è un thriller di sopravvivenza australiano del 2022 per la regia Anthony Hayes che sceglie nei ruoli dei protagonisti dei nomi noti del panorama cinematografico come Zac Efron e Susie Porter. La pellicola viene distribuita direttamente sulla piattaforma streaming Stan dal 26 gennaio 2022, mentre in Italia esce al cinema il 9 giugno 2022 grazie alla casa di distribuzione Adler Entertainment.

Trama di Gold

In un futuro non troppo lontano, dove la Terra è ormai completamente deserta, un uomo privo di nome, interpretato Zac Afron, paga un ”vagabondo” per trasportarlo in un’area lavorativa. Durante questo viaggio all’interno di terre deserte e inospitali, troveranno casualmente un’enorme pepita d’oro che vorranno ovviamente estrarre. Dopo svariati tentativi falliti, l’uomo senza nome si offre per restare con il bottino nel mentre che il ”vagabondo” andrà a recuperare un escavatore da un amico fidato a pochi giorni di distanza da loro.

Recensione di Gold

Il film presenta tanti difetti quanti pregi. Partiamo dalla splendida fotografia diretta da Ross Giardina, che sfrutta al meglio la luce fulgida dei tramonti a cui assistiamo, riuscendo così a dare colore all’ambientazione desertica che insieme ai lunghissimi momenti di silenzio che l’accompagnano riesce a creare attimi d’intensa tensione diventando così uno degli elementi più importanti della pellicola. Peccato che non gli viene data alcuna contestualizzazione, apparendo a volte poco chiara allo spettatore. Maggior attenzione ricade invece sul protagonista della pellicola, che riceve un’interessante caratterizzazione, grazie alla quale riesce a comunicarci tutto ciò che c’è da sapere su di lui nonostante la scarsità di battute che aveva. Ben fatto risulta anche il finale, che nonostante la prevedibilità delle azioni dei personaggi, riesce a dare diversi spunti di riflessione sull’avidità umana grazie alle crudeltà che ci vengono mostrate nei confronti del protagonista.

Gold 2022
Zac Efron in Gold

Il film viene però sabotato dall’esagerazione di alcune cose che avvengono al nostro Zac Efron, che riesce a sopravvivere al calore pungente di un Sole a dir poco raggiante con delle risorse imbarazzanti (cioè una tanica d’acqua e alcune lattine di cibo preconfezionato), tanto per dirne una, ma c’è molto altro. Nonostante questo, Zac da del suo meglio durante tutto il film, riuscendo a interpretare un personaggio consumato da paranoie e tormentato da un passato ignoto allo spettatore.

In conclusione

Gold (2022) ha del potenziale che viene un po’ frenato da alcune scelte registiche. Sicuramente non è un capolavoro che ha rivoluzionato il mondo del cinema, ma semplicemente un bel film thriller di sopravvivenza con un ritmo lento ma che riesce comunque a intrattenere lo spettatore.

Note positive

  • Un thriller che sa intrattenere

Note negative

  • Il contesto narrativo
  • Il ritmo che ha tratti appare troppo lento
  • Scelte registiche non sempre azzeccate.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.