Imma Tataranni 3: la conferenza stampa

Condividi su

Tornano, dopo il successo di pubblico e critica, nel 2023 le indagini di Imma Tataranni – Sostituto Procuratore, serie tv prodotta da Rai Fiction, IBC Movie e Rai Com giunta alla terza stagione. Vanessa Scalera veste di nuovo i panni dell’ormai celebre procuratore di Matera: incorruttibile, implacabile, dissacrante ma di grande umanità e graffiante ironia, capace di risolvere i casi più intricati grazie a una prodigiosa memoria e a metodi spesso poco ortodossi.

Nel cast si confermano Massimiliano Gallo (nel ruolo del marito di Imma Pietro De Ruggeri), Alessio Lapice (nel ruolo del maresciallo Ippazio Calogiuri) e Barbara Ronchi (che interpreta la cancelliera Diana De Santis); e ancora Carlo Buccirosso nei panni del procuratore capo Alessandro Vitali e Cesare Bocci in quelli di Saverio Romaniello.

Quattro nuove serate– in onda da lunedì 25 settembre in prima serata su Rai1 – che miscelano con abilità la detection con le vicende familiari della protagonista della serie, nata dalla penna di Mariolina Venezia, coinvolta sin dalla prima stagione nell’adattamento televisivo dei suoi fortunati romanzi.

Il 21 settembre si è tenuta la conferenza stampa inerente a cui abbiamo partecipato, se interessati trovate il video dell’evento qui.

Fotogramma di Imma Tataranni - Sostituto procuratore 3
Fotogramma di Imma Tataranni – Sostituto procuratore 3

Sinossi di Imma Tataranni 3

Sono passati alcuni mesi dall’agguato in cui Saverio Romaniello ha perso la vita e il maresciallo Ippazio Calogiuri, colpito da una pallottola, è ancora in coma. Imma lo va a trovare ogni giorno in ospedale nonostante i suoi innumerevoli impegni. In Procura può contare solo su un volenteroso Capozza e su Diana, che inizia a collaborare sempre più attivamente. In famiglia, Valentina ha deciso, non senza conflitti con la madre, di andare a studiare Lingue orientali a Napoli dove anche il suo ragazzo, Gabriele, è tornato a vivere. Con Pietro sembra tornata la serenità. Almeno fino a che Calogiuri, inaspettatamente, si risveglia. Proprio il giorno prima di essere trasferito in un centro specializzato a Venezia, il maresciallo riapre gli occhi e scopre che non ricorda nulla, nemmeno del suo amore proibito per Imma. Intanto Imma indaga sull’omicidio di un imprenditore alberghiero, grande amico di Gianni Morandi, guest star della prima serata nel ruolo di sé stesso. È proprio il cantante bolognese a scoprire il cadavere e le sue rivelazioni indirizzano subito gli inquirenti verso il possibile colpevole. Nel frattempo, Pietro conosce in palestra Sara, giovane e brillante paleontologa.

Vanessa Scalera -  Imma Tataranni - Sostituto procuratore 3
Vanessa Scalera – Imma Tataranni – Sostituto procuratore 3

Le dichiarazioni del cast

La terza stagione di Imma Tataranni 3 è stata diretta a quattro mani da Francesco Amato e Kiko Rosati.

Il primo ha dichiarato:

La terza stagione è sempre un po’ quella della maturità. Giunta sin qui, si può dire che Imma sia diventata adulta. Eppure, nonostante la maggiore età e una certa consapevolezza dell’orizzonte drammaturgico e visivo in cui ci muoviamo, il progetto Tataranni resta sempre dinamico, pieno di sorprese, grandi amori, intuizioni improvvise, cambi di programma, ispirazione che ti viene lì al momento e cancella una pianificazione di settimane che pareva consolidata.

La funzione principale del regista, in una fiction ormai “tradizionale”, è fare in modo di sottrarre attori e troupe dal rischio della routine. Cambiare prospettiva, non piegarsi alla banalità, alla ripresa anonima, anche un po’ “non accontentarsi”, e non ascoltare chi dice che “tanto il pubblico ormai vi segue a prescindere” (quelli, oltre a essere pericolosi, credo che portino anche un po’ sfiga). Io cerco di stimolare i miei collaboratori – gli attori in primis, logicamente – affinché non diano per scontato di conoscere tutto del loro lavoro: di una location come di un personaggio o di una relazione tra i personaggi. Mi aspetto da tutti che mi propongano – nella continuità – cose nuove e sorprendenti. Perciò credo che Imma sia arrivata così in là con gli anni… in ogni film c’è una forte necessità di ricerca creativa.

L’attenzione per i dettagli incide anche e soprattutto nella scelta più importante che – assieme a Rai e produzione – siamo chiamati a fare: quella degli interpreti

Mentre per Kiko Rosati:

Approcciare la terza stagione di una serie di successo come Imma Tataranni ,da regista non è stato facile, ti viene chiesto di lasciare intatti tutti gli elementi che hanno costruito le prime due stagioni e allo stesso tempo di portare il tuo punto di vista. in questo caso il mio ingresso è stato abbastanza facile sia per il gruppo di attori affiatatissimi e in continua crescita sia per la produzione sempre presente e collaborativa.
Per me è stata una nuova esperienza, un tipo di serie che non avevo mai approcciato ma che mi ha completato come regista. Ho trovato molto stimolante muovermi tra i diversi generi che questo progetto contiene al suo interno, la commedia, il crime e il family, un intreccio di emozioni diverse da far convivere e funzionare. Un’altra cosa che mi ha facilitato il compito è stata sicuramente la scrittura, ormai rodata e sempre precisa.
Tutti questi elementi insieme mi hanno permesso di essere il più̀ onesto possibile con lo spettatore. I produttori e Francesco Amato hanno contribuito senz’altro al risultato ottenuto, tutte le squadre sono state assolutamente all’altezza di portare avanti l’ottimo lavoro svolto nelle stagioni precedenti e a loro

Per Vanessa Scalera, la vera protagonista della serie:

Quest’anno con i registi abbiamo provato offrire la possibilità di guardare oltre al personaggio per evitare che la terza stagione fosse una replica delle precedenti…abbiamo posto l’accento molto sul carattere malinconico del personaggio che credo sia un tratto che esprima i disagi dello stare al mondo… Imma oramai è mia cara amica ma ho anche bisogno dell’aiuto di tutti durante i set per questo ringrazio tutti

In conclusione sia cast che produzione hanno sottolineato il clima di unione e collaborazione che hanno valorizzato Imma Tataranni 3 conferendogli un valore basto sulla rinnovazione e sulla qualità. Non ci resta dunque che aspettare il 25 settembre per comprendere se queste così alte aspettative siano ripagate.

Condividi su
Vittorio Lippolis
Vittorio Lippolis

Nato nel 2001, studente del dams, amante della settima arte e di tutto ciò che ruota intorno alla teoria cinematografica, critica, analisi politiche e filosofiche.

Articoli: 11

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.