Jolt – Rabbia assassina (2021): un action dimenticabile

Jolt locandina film

Jolt – Rabbia assassina

Titolo originale: Jolt

Anno: 2021

Paese: Stati Uniti d’America

Genere: Commedia, azione

Produzione: Millennium Media

Distribuzione: Amazon Studios

Durata: 1hr e 31 (91 min)

Regia: Tanya Wexler

Sceneggiatura: Scott Washa

Fotografia: Jules O’Loughlin

Montaggio: Chris Barwell, Michael J. Duthie, Carsten Kurpanek

Musiche: Dominic Lewis

Attori: Kate Beckinsale, Jai Courtney, Stanley Tucci, Bobby Cannavale

Trailer originale sottotitolato in italiano

Jolt è un film d’azione del 2021 diretto dalla giovane regista Tanya Wexler, prodotto dalla Millenium Media è distribuito dagli Amazon Studios.

La pellicola è disponibile in streaming sulla piattaforma Amazon Prime Video

Trama di Jolt – Rabbia assassina

Lyndi (Kate Beckinsale) è una donna affetta da una strana patologia, una rabbia incontrollata che non riesce a reprimere e che sfocia in atti di violenza fuori controllo. Il proprio psichiatra, il dottor Marvin (Stanley Tucci), riesce a creare per lei un macchinario composto da elettrodi che emettono scosse ad alto voltaggio capaci di reprimere o almeno ad attenuare gli scatti di violenza di Lyndi. La situazione salutare della donna sembra poi notevolmente migliorare dopo l’incontro con Justin (Jai Courtney), un giovane contabile del quale Lyndi si innamora. La situazione è però destinata a cambiare quando la polizia ritrova il corpo di Justin e dichiara la morte per omicidio. Inizierà così per Lyndi una caccia all’uomo, per trovare e vendicare l’assassino di Justin, questa volta non reprimendo ma sfruttando la rabbia incontrollata che le scorre nelle vene.

Scena del film Jolt
Scena del film Jolt

Recensione di Jolt – Rabbia assassina

Film che cerca di unire la commedia e l’action, Jolt del 2021 sembra ispirarsi ai film di genere che andavano molto di moda negli anni novanta e che adesso molti registi stanno cercando di riportare alla luce. Se però in passato vi erano stati degli ottimi risultati, come True Lies, Arma letale, Beverly Hills Cop e così via, lo stesso non si può dire per questo prodotto. Partiamo dicendo che il film non è ne un buon film d’azione ne tantomeno una discreta commedia. La regia affidata a Tanya Wexler è molto basilare, e a tratti molto confusionaria. Le scene d’azione lasciano molto a desiderare ed i combattimenti corpo a corpo tra la protagonista e gli scagnozzi che le danno la caccia sono poco credibili e mal realizzati. La sceneggiatura di Scott Washa fa acqua da tutte le parti. Il finale è scontato e banale, lo sceneggiatore sembra essersi dimenticato della regola cinematografica secondo cui quando allo spettatore non viene mostrato il corpo di un personaggio automaticamente significa che esso è destinato a ripresentarsi. Inoltre il film è pieno di situazioni poco credibili, che servono solo per tenere in piedi la scrittura instabile di questo film. Inoltre manca completamente la commedia, Stanley Tucci e Bobby Cannavale fanno del loro meglio per strappare qualche sorriso ma per il resto buio totale. Il comparto tecnico è anch’esso ricco di lacune. La fotografia, di Jules O’Loughlin, presenta dei momenti di luce veramente eccessivi, quasi fastidiosi da vedere. Montaggio e colonna sonora sono poi anch’essi di bassa fattura. Le scene d’azione sono montate in modo confusionario, vi sono cambi d’inquadratura ogni secondo e spesso non è neanche be visibile il volto dei personaggi. La colonna sonora è quasi assente, e non rimane alla memoria dell’ascoltatore.

Jolt - Rabbia assassina
La protagonista di Jolt – Rabbia assassina

Non male le interpretazioni attoriali, ma nulla di esaltante. Kate Backinsale è poco credibile, probabilmente a causa della scrittura riservata al suo personaggio, così come il suo amato Justin, interpretato da Jai Courtney. Il miglior personaggio risulta essere il dottor Marvin, ben interpretato da Stanley Tucci, al quale però sono riservati poco più di dieci minuti.

In conclusione, Jolt risulta essere un film veramente poco riuscito, poco godibile che non rende affatto onore ai predecessori ai quali si ispira.

Note positive

  • Stanley Tucci e Bobby Cannavale, che pur con molta difficoltà riescono a strappare qualche sorriso allo spettatore

Note negative

  • Regia
  • Sceneggiatura
  • Comparto tecnico

Leave a Reply

20 − sei =