My Hero Academia (2016), anche tu puoi diventare un eroe

My Hero Academia locandina

My Hero Academia

Titolo originale: Boku no Hero Academia

Anno2016

Paese di Produzione: Giappone

Genereazione, combattimento, scolastico, supereroi

Stagione: 1

Puntate: 13

ProduzioneBones

Distribuzione: VVVVID, Crunchyroll, Mediaset, Netflix

IdeatoreKōhei Horikoshi

Animazioni: Yoshihiko Umakoshi

Doppiatori Originali Principali: Daiki Yamashita, Nobuhiko Okamoto, Ayane Sakura, Kaito Ishikawa, Yūki Kaji, Kenta Miyake, Jun’ichi Suwabe, Hiroyuki Yoshino

Doppiatori Italiani Principali: Simone Lupinacci, Federico Viola, Valentina Pallavicino, Andrea Oldani, Alessandro Germano, Lorenzo Scattorin, Gianluca Iacono, Claudio Moneta

Trailer italiano della serie anime My Hero Academia

Nel 2014 in Giappone sulla rivista settimanale Weekly Shōnen Jump inizia la serializzazione del manga supereroistico firmato dal Mangaka Kōhei Horikoshi.

Il manga ebbe un enorme successo per la sua chiave fumettistica e supereroistica ispirata ai comics Americani e così neanche due anni dopo, viene rilasciata con grande attesa l’omonima serie animata, che venne rinnovata per una seconda stagione uscita nel 2017.

Le persone, non vengono al mondo tutte uguali….

Izuku Midoriya – My Hero Academia
Bakugo e Midoriya - My Hero Academia
Bakugo e Midoriya – My Hero Academia

Trama My Hero Academia

A causa di una mutazione genetica, il genere umano ha ottenuto la straordinaria capacità di sviluppare dei superpoteri, chiamati “quirk”, che si manifestano improvvisamente e in tenera età. Queste particolari abilità hanno permesso la nascita di una nuova classe sociale: gli Eroi, che combattono le persone che usano il proprio quirk per scopi malvagi, i Villain.

Affascinato sin da bambino degli eroi, Izuku Midoriya è uno studente delle scuole medie che, anche senza nessuna specialità, rincorre senza sosta il sogno di diventare un eroe, fino a quando non incontrerà l’Eroe numero uno di tutti i tempi All Might che affascinato dall’ideale di giustizia del ragazzo gli offrirà l’opportunità di realizzare il suo sogno.

Anche tu puoi diventare un eroe!

All Might – My Hero Academia
Unione dei Villain - My Hero Academia
Unione dei Villain – My Hero Academia

Recensione di My Hero Academia

La prima stagione di My Hero Academia arriva sul piccolo schermo nel 2016 mostrandoci un mondo chiaramente influenzato dai famosi comics americani e indirizzato ad un pubblico giovanile.

La storia che ci viene raccontata sembra quasi al passato, come se il nostro protagonista ci stia parlando da un futuro lontano dove è riuscito a realizzare il suo sogno parlandoci delle avversità che ha dovuto affrontare durante il cammino, come le prime difficoltà alle scuole medie con il suo compagno d’infanzia Bakugo, l’incontro con il suo idolo All Might, ecc…

L’aspetto interessante che riesce a rendere unico e così popolare questo anime però è proprio il mondo in cui viene costruito e presentato. Un mondo dove essere un Eroe è diventato un vero e proprio lavoro per salvaguardare la vita dei cittadini, un mondo dove l’impossibile è diventato l’ordinario, un mondo dove chiunque può realizzare il suo sogno di diventare un eroe, insomma un sogno che chiunque, da bambino ammirando i film o leggendo i classici fumetti supereroistici, ha avuto almeno una volta nella vita.

My Hero Academia è sicuramente un buon anime per il target shonen, ognuno dei personaggi presentati ha una caratteristica unica e sono caratterizzati abbastanza bene (anche se in questa stagione si andrà ad analizzare meglio solo i personaggi principali come Midoriya, Bakugo e All Might), la storia è interessante e leggera che riesce a farsi guardare e a mescolarsi molto bene sia con le animazioni e con le musiche. Concludendo questa prima stagione ci regala momenti molto emozionanti e visivamente molto interessanti, che saranno la base per le stagioni a venire al grido di PLUS ULTRA!

Hey Villain, hai mai sentito pronunciare queste parole. Sempre oltre il limite PLUS ULTRA!

All Might – My Hero Academia

Note Positive:

  • Il mondo supereroistico in cui si svolge la storia
  • Ogni personaggio ha una caratteristica unica
  • Le animazioni
  • Le musiche
  • Forte ispirazione ai comics americani

Aspetti Negativi:

  • Stereotipi del genere shonen già visti e rivisti in altre opere
  • Primi episodi un po’ lenti ma necessari per lo sviluppo del protagonista  

Leave a Reply

tre + 15 =