Una bugia per due (2023). Una commedia sugli equivoci e di riscatto

Condividi su

Trailer di Una bugia per due

Informazioni sul film e dove vederlo in streaming

Una bugia per due è un film francese che è stato distribuito nei cinema dal 1° febbraio 2024. La pellicola ha partecipato in concorso al Festival Jean-Carmet del 2023, vincendo il premio del pubblico alla miglior attrice non protagonista per Géraldine Nakache.

Trama di Una bugia per due

Una bugia per due” segue le vicende di Louis, un avvocato che lavora in uno studio legale di successo. La sua vita viene sconvolta quando il suo medico gli comunica di essere affetto da cancro. Questa notizia porta a dei cambiamenti inaspettati: i suoi genitori fanno pace, i suoi colleghi si dimostrano premurosi nei suoi confronti. Tuttavia, la situazione prende una svolta inaspettata quando Louis scopre che la diagnosi era sbagliata e che in realtà è in perfetta salute. Nonostante ciò, decide di mantenere la bugia per paura di perdere i cambiamenti positivi nella sua vita, cosa che lo metterà davanti a un difficile dilemma morale.

Frame di Una bugia per due
Frame di Una bugia per due

Recensione di Una bugia per due

Il film Una bugia per due è una commedia drammatica degli equivoci, ma che nel contempo parla di riscatto, perché sposta la prospettiva del protagonista su un argomento molto delicato come la morte tramite malattie terminali come il cancro. La pellicola, in alcuni momenti ricorda Erin Brokovich per la tematica, vista la posizione del protagonista che viene monopolizzato dal suo studio legale per creare empatia con i clienti della causa che ha in corso. La narrazione si sviluppa giocando su vari espedienti, più o meno funzionali, in questo gioco rischioso tra bugia e verità, in cui il protagonista Louis si ritrova, dove stenta a uscire e per cui dovrà fare una sorta di percorso interiore per redimersi.

Rudy Milstein dirige e sceneggia il film in maniera molto equilibrata, lavorando sul chiaro scuro, non perdendo mai il filo e cercando non eccedere mai. In modo molto ironico si può vedere anche una sorta di critica alla società moderna che tende a sfruttare alcuni elementi per questioni d’interesse, che sia poi l’empatia che può instaurare Louis nella causa che sta difendendo o per questioni puramente economiche.

Oltre la sceneggiatura compatta e ben strutturata, il film funziona anche per una centrata caratterizzazione ben bilanciata dei personaggi, partendo dal protagonista Louis interpretato da un convincente Vincent Didienne, passando dalla glaciale collega Elsa o dal vicino di casa Bastian, ma il personaggio più interessante risulta essere  Hélène Smill, figura a capo della parte avversa della causa di Luois, interpretata da una brillante Géraldine Nakache.

I protagonisti di Una bugia per due
I protagonisti di Una bugia per due

In conclusione:

Con “Una bugia per due” Rudy Milsteinin porta sullo schermo una storia emozionante ed emozionale, una commedia agrodolce che con ironia riesce a parlare di riscatto emotivo.

Note positive

  • Regia
  • Sceneggiatura
  • Cast

Note negative

  • /




Condividi su

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.