Me Time – Un weekend tutto per me (2022): una storia d’amicizia

Me Time – Un weekend tutto per me

Titolo originale: Me Time

Anno: 2022

Nazione: Stati Uniti d’America

Genere: Commedia

Casa di produzione: Particular Pictures

Distribuzione italiana: Netflix

Durata: 101 minuti

Regia: John Hamburg

Sceneggiatura: Garfield Lindsay, Miller Hilary Pryor

Fotografia: Kris Kachikis

Montaggio: Melissa Bretherton

Musiche: Joeff Cardoni

Attori: Mark Wahlberg, Kevin Hart, Luis Gerardo Méndez, Regina Hall, Jimmy O. Yang, John Amos, Tahj Mowry, Andrew Santino, Anna Maria Horsford, Carlo Rota, Diane Delano, Melanie Minichino, Thomas Ochoa, Deborah S. Craig, Sandra Rosko, Ilia Isorelýs Paulino, Chau Long, Kieran Roberts, Alexis Rhee, Michelle DeShon, Sean Patrick Bryan, Sharon Gardner, Kayden Alexander Koshelev, Connie Chen, Carlos Javier Rivera, Antione Grant

Trailer del film Me time – Un weekend tutto per me

Me time – Un weekend tutto per me è uscito il 26 agosto 2022 su Netflix. La pellicola è scritta da Garfield Lindsay e Miller Hilary Pryor e diretta da John Hamburg. L’opera è prodotta da Particular Pictures. Il cast è formato da Mark Wahlberg, Kevin Hart, Luis Gerardo Méndez, Regina Hall, Jimmy O. Yang, John Amos, Tahj Mowry, Andrew Santino, Anna Maria Horsford, Carlo Rota, Diane Delano, Melanie Minichino, Thomas Ochoa, Deborah S. Craig, Sandra Rosko, Ilia Isorelýs Paulino, Chau Long, Kieran Roberts, Alexis Rhee, Michelle DeShon, Sean Patrick Bryan, Sharon Gardner, Kayden Alexander Koshelev, Connie Chen, Carlos Javier Rivera, Antione Grant.

Trama di Me time – Un weekend tutto per me

Sonny e Huck sono migliori amici, anche se sono totalmente diversi, da ogni punto di vista. Sonny (Kevin Hart) fa il padre a tempo pieno. Ha messo da parte le proprie ambizioni personali per crescere i figli e supportare la carriera della moglie. Queste scelte di vita, però, lo hanno fatto allontanare da Huck (Mark Wahlberg) suo carissimo amico. Insieme, da sempre, ne hanno combinate di tutti i colori. Quando Huck compie quarant’anni, Sonny prende la decisione di partecipare a tutti gli eventi organizzati da Huck per svagarsi. Questa decisione renderà i due migliori amici protagonisti di numerose situazioni, una più assurda dell’altra. 

Me time – Un weekend tutto per me. Particular Pictures

Recensione di Me time – Un weekend tutto per me

Me time – Un weekend tutto per me ha come base i classici temi di una commedia americana. Da un lato, è un aspetto positivo, perché, se si tratta di puro intrattenimento, funziona. Dall’altro, però, è un elemento negativo, perché significa che nessuno si è degnato di aggiungere qualche novità, per rendere il film un po’ più diverso dagli altri. In Me time – Un weekend tutto per me non mancano aspetti che provano a dare più sostanza alla narrazione. Questi elementi servono a non catalogare la pellicola nel mucchio delle opere fatte di sole gag scontate e prevedibili.

Kevin Hart e Mark Wahlberg sono credibili, a loro agio nei personaggi che interpretano e danno una certa qualità al film. Questo è molto importante, perché, ogni tanto, il copione di Lindsay e Miller Hilary Pryor presenta delle battute di basso livello. Alla base di Me time – Un weekend tutto per me c’è la presenza di uomini ancora infantili, che hanno problemi ad affrontare situazioni e problemi degli adulti. Lo spettatore, quindi, ha davanti la classica commedia d’intrattenimento, pieno di leggerezza. Ogni tanto si sforza di essere un po’ più serio, ma non ci riesce fino in fondo. Ai due personaggi principali vengono date le scene e le inquadrature migliori.

Me time – Un weekend tutto per me. Particular Pictures

Me time – Un weekend tutto per me vuole comunicare l’importanza dell’amicizia e la necessità di diventare adulti

Di certo, non per il valore dei loro ruoli, ma l’importanza che hanno gli attori, delle grandi star famose. La sceneggiatura di Me time – Un weekend tutto per me contiene anche altre storie parallele, purtroppo, però, sono troppo deboli e non intrattengono lo spettatore come dovrebbero. Servono, infatti, semplicemente per ricreare delle situazioni funzionali alle azioni che devono compiere i due protagonisti. La regia di John Hamburg, quindi, non spicca di inventiva e di originalità, accompagna le gag e le situazioni dei personaggi principali con inquadrature basiche e semplici. Me time – Un weekend tutto per me vuole comunicare l’importanza dell’amicizia e la necessità di diventare adulti. 

In Conclusione

Me time – Un weekend tutto per me è consigliato a chi vuol passare un’ora e mezza di comico e leggero intrattenimento. Di certo, gli attori sono bravissimi e regalano una performance molto divertente.

Note Positive

  • Attori
  • Regia

Note Negative

  • Sceneggiatura

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.