La cena delle spie (2022): un thriller di spionaggio

La cena delle spie

Titolo originale: All the Old Knives

Anno: 2022

Nazione: Stati Uniti d’America

Genere: Thriller, Spionaggio

Casa di produzione: Amazon Studios, Barry Linen Motion Pictures, Big Indie Pictures, Chockstone Pictures, Churchill Films, Entertainment One, Jackson Pictures, Nick Wechsler Productions, The Mark Gordon Company

Distribuzione: Prime Video

Durata: 101 min

Regia: Janus Metz

Sceneggiatura: Olen Steinhauer

Fotografia: Charlotte Bruus Christensen

Montaggio: Mark Eckersley, Per Sandholt

Musiche: Jon Ekstrand, Rebekka Karijord

Attori: Chris Pine, Thandie Newton, Laurence Fishburne, Jonathan Pryce, Corey Johnson, Jonjo O’Neill, Ahd, David Dawson, Nasser Memarzia, Orli Shuka

Trailer del film La cena delle spie

La cena delle spie è uscito l’8 aprile 2022 su Amazon Prime. È un thriller di spionaggio diretto da Janus Metz e scritto da Olen Steinhauer. Il cast è formato da Chris Pine, Thandie Newton, Laurence Fishburne, Jonathan Pryce. La pellicola è l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Olen Steinhauer. L’attore Chris Pine ha recitato nei film dedicati a Wonder Woman. L’attrice Thandie Newton, invece, è stata vista nella serie tv Westworld.

Trama de La cena delle spie

I due ex amanti Henry (Chris Pine) e Celia (Thandie Newton) sono anche due agenti della CIA del Comando di Vienna. Nel 2020, si ritrovano a cena in un locale della California per rianalizzare un dirottamento terroristico avvenuto otto anni prima. La coppia, dubbiosa su chi fidarsi e non, ricorderanno la tragedia, le loro azioni e, soprattutto, il loro rapporto sentimentale. Henry, infatti, viaggerà per l’Austria e l’Inghilterra per raccogliere indizi. Per poi finire a Carmel, dove il caso verrà dettagliatamente rielaborato insieme a Celia.

La cena delle spie. Amazon Studios, Barry Linen Motion Pictures, Big Indie Pictures, Chockstone Pictures, Churchill Films, Entertainment One, Jackson Pictures, Nick Wechsler Productions, The Mark Gordon Company

Recensione de La cena delle spie

La cena delle spie è un elegante spy movie dalle note thriller. Ciò che fa muovere tutti i personaggi è l’avvenuto dirottamento di un aereo da parte di estremisti ceceni, somali e suditi. Ma il vero centro, però, è questo dialogo ferrato tra i due agenti della CIA e anche ex amanti. Una sfida, quindi, a chi è più bravo a dire bugie e non farsi beccare. Il film, allora, ha tre linee temporali, perfettamente presentate da un ottimo montaggio. Due nel passato e una nel presente. Henry e Celia, infatti, seduti in un ristorante di Carmel, nel Nord della California, ricordando quella tragica giornata, analizzano i dettagli del dirottamento. Lo spettatore, quindi, scopre a ritroso cosa è veramente successo, chi ha agito per il bene e chi, invece, ha tradito. Sono presenti, ovviamente, tutti gli elementi del classico thriller di spionaggio. Come i dialoghi e le scene dal ritmo dilatato, una colonna sonora delicata, ma, allo stesso tempo, inquietante. E poi ci sono i dettagli della macchina da presa sui visi degli attori e sui loro corpi. La scrittura de La cena delle spie, quindi, è davvero ben curata. Non solo per l’intera storia raccontata, ma, soprattutto, per la psicologia e l’arco narrativo di tutti i personaggi. Ovviamente, quelli di Celia e Henry sono meglio caratterizzati.

La cena delle spie. Amazon Studios, Barry Linen Motion Pictures, Big Indie Pictures, Chockstone Pictures, Churchill Films, Entertainment One, Jackson Pictures, Nick Wechsler Productions, The Mark Gordon Company

La regia e la scrittura tengono il pubblico incollato alla visione del film

La coppia, infatti, è affascinante; non solo per il lavoro che fa, ma, soprattutto, per i suoi sentimenti. I due, infatti, hanno vissuto una bella storia d’amore, piena di passione, ma rovinata dalle interferenze esterne. Chris Pine e Thandie Newton sono bravissimi, molto espressivi e credibili. Anche la fotografia è molto buona. Calda per evidenziare la bellezza dei paesaggi californiani. Fredda quando si tratta di descrivere la tristezza degli interni viennesi e londinesi. Janus Metz, quindi, è molto bravo a mescolare le caratteristiche di un film di spionaggio con quelli di un thriller. I flashback sono equilibrati e coinvolgenti, con calma lo spettatore entra dentro la storia e tutto gli è chiaro. Una caratteristica importante della scrittura, infatti, è che al pubblico non viene anticipato nulla. Soprattutto, il colpo di scena finale è davvero sorprendente e ben pensato. L’incontro tra Henry e Celia, quindi, rappresenta la parte più coinvolgente, intrigante de La cena delle spie. Vanno ricordati anche Laurence Fishburne, il capo del Comando di ViennaJonathan Pryce, dirigente e capo di Celia nel 2012. Il miglior pregio del film è certo quello di tenere incollato lo spettatore, nonostante i tempi dilatati.

In conclusione

Note positive

  • Interpretazione degli attori
  • Regia
  • Scrittura
  • Montaggio
  • Colonna sonora

Note negative

  • Alcune scene hanno un ritmo eccessivamente dilatato

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.