Il Punto di Rugiada (2023): una perla preziosa per il dramma italiano

Condividi su

Trailer de Il Punto di Rugiada

Informazioni sul film e dove vederlo in streaming

Presentato al 41° Torino Film Festival, “Il Punto di Rugiada” è un’opera cinematografica diretta da Marco Risi, figlio di Dino Risi. Il film si inserisce nel genere della commedia dai toni drammatici. La sceneggiatura è opera di Marco Risi, Riccardo De Torrebruna e Francesco Frangipane. La produzione è a cura di Fandango in collaborazione con Rai Cinema, mentre la distribuzione è affidata a Fandango Distribuzione. Il debutto del film nei cinema è previsto per il 18 gennaio 2024.

Trama de Il Punto Di Rugiada

Carlo, un ragazzo viziato e sregolato, una notte provoca da ubriaco un grave incidente d’auto per il quale viene condannato a scontare un anno di lavori socialmente utili in una casa di riposo. Insieme a lui a Villa Bianca arriva anche Manuel, un giovane spacciatore colto in flagrante. Luisa, infermiera che lavora da anni nella struttura, guiderà i due ragazzi in un mondo senza età dove condivisione, conforto e accoglienza cambieranno per sempre il loro sguardo sul mondo e sulla vita.

Alessandro Fella e Gloria Coco in Il Punto di Rugiada
Alessandro Fella e Gloria Coco in Il Punto di Rugiada

Recensione de Il Punto di Rugiada

Il film è stato presentato in anteprima al TFF e non c’è da meravigliarsi se ha suscitato tanta emozione. Le storie degli ospiti si intrecciano con quelle di Manuel e di Carlo ed entrambe le parti ne rimangono folgorate. La potenza della narrazione risiede proprio nelle vite di ciascuno dei personaggi, in particolare nel loro passato, un passato con ferite ancora aperte e sanguinanti. L’esperienza, i fallimenti, i rimpianti sono il motore che fa andare avanti la casa di risposo e che tiene in vita i suoi personaggi. Il fallimento è indubbiamente l’elemento più interessante, ognuno ha il suo e ci deve fare i conti. C’è chi ha fallito con la famiglia, chi nella carriera e chi con sé stesso. La forza del film consistenza nella condivisione di questi momenti, condivisione che fa crescere i due giovani personaggi e fa riflette i più anziani. Lo scambio tra passato (gli anziani) e presente (i ragazzi) salva tutti e lascia una grande impronta di umanità e speranza.

La storia avviene in una unica location, una casa di riposo sospesa nel tempo che richiama una villa elegante e raffinata, e questo la spinge a fare leva su una scrittura brillante e fine. Marco Risi ha scelto una regia poco invasiva, adatta a dare risalto alle parole, ma riesce a creare altrettante immagini, quasi poetiche (da menzionare la scena della neve).

In poco meno di due ore si racconta una storia commovente, a metà tra la risata e la tragedia. Ogni storia è importante e può cambiare le persone, può dare un nuovo punto di vista, è come fare una grande lezione di umanità. Alla fine gli ospiti si ritrovano a poter godere solo il presente e a ricordare ogni preciso attimo di quello che stano vivendo ora (proprio come suggerisce il titolo, fenomeno atmosferico che indica il momento che separa lo stato liquido da quello gassoso, un unico e irripetibile attimo). Manuel e Carlo impareranno ad accogliere il loro passato e ad accettare il loro presente.

Scopri anche: Intervista ad A. Fella, R. Gudese e L. Rossi su Il punto di Rugiada di Marco Risi

In conclusione


Il film racconta un avvincente intreccio tra gli ospiti di una casa di riposo e i protagonisti Manuel e Carlo. La trama si concentra sui passati segnati da dolori, fallimenti e rimpianti, che fungono da motore vitale. La narrazione sottolinea l’interessante esplorazione del fallimento in diverse sfumature e offre una prospettiva umana e speranzosa attraverso lo scambio tra passato e presente. Con una regia sobria e una singola location, la pellicola crea un’atmosfera raffinata.

Note Positive

  • Sceneggiatura
  • Fotografia
  • Personaggi

Note Negative

  • /
Condividi su
Federica Buonaiuto
Federica Buonaiuto

Fin da bambina il cinema mi ha sempre affascinato profondamente. Proprio per questo ho intrapreso i miei studi presso il Dams di Bologna e in parallelo ho messo un po' le mani in pasta! Sto ancora seguendo corsi di recitazione e nel frattempo ho girato qualche corto.
Scrivere recensioni è un campo che ho scoperto relativamente da poco ma è estremamente stimolante!

Articoli: 24

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.