Peacemaker – prima stagione (2022): F*ck it’s Peacemaker!

Condividi su
Peacemaker (2022) locandina

Peacemaker

Titolo originale: Peacemaker

Anno2022

Paese di Produzione: Stati Uniti d’America

Genere: azione, commedia nera, drammatico, supereoi, thriller

Stagione: 1

Puntate: 8

Durata delle puntate: 39-46min

ProduzioneDC Studios, DC Entertainment, The Safran Company, Troll Court Entertainment, Warner Bros. Television

Distribuzione: HBO Max, TIMvision

IdeatoreJames Gunn

Regia: James Gunn, Jody Hill, Rosemary Rodriguez, Brad Anderson

Sceneggiatura: James Gunn, William Moulton Marston, Joe Shuster, Jerry Siegel

Montaggio: Greg D’Auria, Fred Raskin, Gregg Featherman, Todd Busch

Fotografia: Michael Bonvillain, Sam McCurdy, Michael Wale

Musica: Kevin Kiner, Clint Mansell

Attori: John Cena, Danielle Brooks, Freddie Stroma, Chukwudi Iwuji, Jennifer Holland, Steve Agee, Robert Patrick, Annie Chang, Lochlyn Munro, Nhut Le, Viola Davis

Trailer V.O. della serie Peacemaker (2022)

Peacemaker (2022) è una serie creata e diretta da James Gunn, realizzata per essere lo spin-off del film The Suicide Squad – Missione suicida (2021) sempre diretto dal regista statunitense. Prima serie televisiva a far parte del DC Extended Universe, la serie è incentrata sul personaggio di Peacemaker (John Cena) dopo gli avvenimenti di Corto Maltese. Negli Stati Uniti la serie è andata in onda tra il gennaio e febbraio del 2022 sulla piattaforma di streaming HBO Max, mentre in Italia è arrivata in esclusiva il 21 dicembre 2022 solo su TIMvision.

Non siete particolarmente creativi con i nomi delle missioni. Il Progetto Starfish era una stella marina, e stavolta? Combattiamo una falena?

Peacemaker – Peacemaker (2022)

Trama Peacemaker (2022)

Subito dopo gli avvenimenti di Corto Maltese, Peacemaker viene reclutato ancora una volta da Amanda Waller ad unirsi ad una squadra speciale di agenti scelti per fermare una nuova minaccia globale.

Sequenza iniziale della serie - Peacemaker (2022)
Sequenza iniziale della serie – Peacemaker (2022)

Non sono un super cattivo! È un pregiudizio, sono un supereroe.

Peacemaker – Peacemaker (2022)

Recensione di Peacemaker (2022)

È evidente che l’irriverente ed esplosivo The Suicide Squad di James Gunn è stato uno dei flop commerciali più inaspettati del 2021. Colpa che purtroppo va attribuita ad una pessima operazione di distribuzione da parte della Warner Bros per rimediare alla crisi delle sale dovuta alla pandemia. Un grande peccato, visto che comunque l’operato del regista dei Guardiani della Galassia non è mai stato ritenuto il problema dietro all’insuccesso economico del film.

Anzi, l’ampio spazio di manovra creativa lasciata al regista ha dato anche la possibilità dell’uscita di questa serie dedicata al personaggio di Peacemaker su HBO Max, finalmente disponibile (anche se quasi un anno dopo) in Italia in esclusiva su TIMvision. Un prodotto spassoso, pulp e in pieno stile Gunn che fa da protagonista ad uno degli eroi più dissacranti e irriverenti dell’universo DC.

Cast della serie - Peacemaker (2022)
Cast della serie – Peacemaker (2022)

Non la conosce quanto me: ho visto Waller sacrificare consapevolmente soldati, tra cui un colonnello dell’esercito, pur di raggiungere il suo obbiettivo! Potremmo essere un diversivo per chiunque altro abbia avuto l’incarico di distruggere le farfalle!

Emilia Harcourt – Peacemaker (2022)

L’esigenza di essere un eroe

La storia di Peacemaker inizia poco dopo gli eventi di The Suicide Squad. Dopo aver obbedito agli ordini di Amanda Waller, aver ucciso Rick Flag ed essere ferito quasi mortalmente da Bloodsport, dimesso dall’ospedale dove era in cura Cristopher Smith, alias Peacemaker, torna dopo quattro anni di carcere a casa. A riaccogliere l’eroe ci saranno il super intelligente padre neonazista noto anche come White Dragon e il suo fedelissimo animale da compagnia Eagly, ovvero un’aquila testa bianca. Convinto di aver agito da eroe, Peacemaker viene presto richiamato dalla Waller e obbligato a prendere parte ad una nuova missione segreta: “Il Progetto Butterfly”. Oltre all’eroe saranno presenti gli agenti Harcourt ed Economos, già apparsi nel film della Task Force-X, insieme ai nuovi agenti Murn e all’inesperta Adebayo.

Tentando di fare squadra con questo strambo nuovo gruppo di sottoposti di Amanda Waller, cercare di riallacciare i rapporti con un padre razzista e spassandosela di tanto in tanto con il suo “amico” Vigilante, Peacemaker si ritroverà al centro di un complotto più grande e sconvolgente di quanto mai potesse immaginare. Costretto a fare i conti con il passato e smascherare questo nuovo complotto che sfora i confini del nostro pianeta, Cristopher cercherà anche di rispondere ad un dubbio molto profondo che lo attanaglia ormai da qualche tempo: È veramente un eroe o è solo un cazzone che ha voglia di sfogarsi con una buona giustificazione?

Vigilante, Peacemaker e una "farfalla" - Peacemaker (2022)
Vigilante, Peacemaker e una “farfalla” – Peacemaker (2022)

Bello, no! Sei una merda perché ti odiano! E Barba Tinta ti poteva essere amico, ma tu lo fai allontanare come fai allontanare gli altri perché sei una merda! Hai ucciso Rick Flag! Flag aveva ragione! “Peacemaker”…Che coglione!

Peacemaker – Peacemaker (2022)

Sotto l’elmetto

Questa nuova serie di James Gunn con protagonista Peacemaker ha il grande pregio (forse tra tutti gli altri) di raccontare e decostruire la figura ormai quasi predefinita dell’antieroe, mettendo in mostra anche le difficoltà della sua vita tormentata nel quotidiano insieme alle “classiche” prestazioni sul campo. Il dubbio che attanaglia il protagonista è forte e profondo riuscendo a dare carattere a questa nuova serie, mettendo ancora una volta in evidenza l’accortezza e la bravura di Gunn nello scrivere l’evoluzione psicologica dei personaggi che vuole raccontare mantenendo sempre una coerenza di stile.

La scrittura è creativa, irriverente, esilarante e scorretta piena di dialoghi tra personaggi sempre con la battuta pronta. Le interpretazioni di John Cena (Peacemaker) e Freddie Stroma (Vigilante) sono esilaranti e perfettamente delineate con i loro personaggi, il che caricano di maggiore enfasi e forza i momenti più iconici della serie. Momenti in pieno stile James Gunn che arrivano all’improvviso con una potenza quasi distruttiva e con un impatto visivo davvero invidiabile. Questa serie trasuda da tutti i pori lo stile indistinguibile del suo creatore e regista, sempre corale e molto molto fuori di testa.

Sequenze irriverenti, divertenti, sopra le righe con una colonna sonora che accompagna tutta questa “pazzia”, già messa in atto dall’incredibile intro della serie ed enfatizzata da improbabili scazzottate in mutante, esplosioni di teste, squartamenti e tante di quelle situazioni assurde e sopra le righe che, anche se sembrano fuori contesto massimo, invece non lo sono e creano un’atmosfera irresistibile. Tutto questo tenuto insieme dalla immancabile quota emotiva e drammatica che Gunn ha sempre saputo integrare nelle sue storie.

Peacemaker e Eagly - Peacemaker (2022)
Peacemaker e Eagly – Peacemaker (2022)

Non sto piangendo! Faccio…Ginnastica per i muscoli facciali: esercizi per i muscoli della faccia, per averla…Più muscolosa! Si vede che sotto la maschera hai la faccia magra, perché non fai questi esercizi! Sembra che io pianga, ma non piango.

Peacemaker – Peacemaker (2022)

In conclusione

Peacemaker (2022) è una serie creativamente dirompente, con delle interpretazioni e dei momenti memorabili. Irriverente, citazionista e a tratti dissacrante, ma in tutta questa follia è ben delineata la carica drammaturgica ed emotiva che rende questa nuova serie tv creata da James Gunn davvero imperdibile.

Note positive

  • L’interpretazione di John Cena che in questo caso si supera
  • Tutto il cast è azzeccatissimo, soprattutto il sorprendente Vigilante di Freddy Stroma
  • Tante sequenze fuori di testa e un’azione davvero spregiudicata
  • Questa serie tv trasuda James Gunn da ogni parte, dalla scrittura alla regia grazie anche a quel gusto pop spregiudicato
  • La scrittura della serie è un equilibrio perfetto tra spregiudicatezza e emotività

Note negaative

  • ./
Condividi su
Stefano Rocca
Stefano Rocca

"Lei non crede che i sogni e internet siano abbastanza simili? Sono luoghi in cui si esprimono desideri repressi"
Sono un semplice ragazzo appassionato di cinema, che ne parla e ne scrive. Una storia può dare tante emozioni e sensazioni diverse. Contento per chi si ferma a leggere i miei pensieri.

Articoli: 123

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.