“Un Mondo di Sogni Animati”, tornano al cinema i capolavori d’animazione di Hayao Miyazaki (1 Luglio – 17 Agosto 2022)

Poster Un Mondo di Sogni Animati

A grande sorpresa di tutti i fan e non di Hayao Miyazaki, Lucky Red insieme alla sede italiana dello Studio Ghibli annunciano la rassegna “Un Mondo di Sogni Animati” che consiste di riproporre nei cinema di tutta Italia, cinque dei più grandi capolavori di animazione dell’animatore giapponese più famoso del mondo. Infatti, dal 1 Luglio fino al 17 Agosto (Estate 2022), verranno man mano trasmessi: La città incantata (2001), Principessa Mononoke (1997), Nausicaä della Valle del Vento (1984), Porco Rosso (1992) e Il castello errante di Howl (2004). In questo evento più unico che raro andiamo a rivedere brevemente questi cinque capolavori dell’animazione giapponese.

Trailer della rassegna cinematografica Un Mondo di Sogni Animati (Estate 2022)

La città incantata (2001) dal 1 al 6 Luglio

Acclamato sin da subito all’unanimità, sia dalla critica che dal pubblico, come non solo uno dei migliori film d’animazione di quegli anni ma proprio come uno dei migliori film mai realizzati, La città incantata è probabilmente il capolavoro del regista giapponese che ricevette sia l’Orso d’Oro del festival del cinema di Berlino che l’Oscar come miglior film d’animazione (2003). Unico ad essere riuscito in questa impresa, il film è tratto dal romanzo di fantastico di Sachiko Kashiwaba, Il meraviglioso paese oltre la nebbia. Una storia fantastica all’apparenza semplice ma in realtà molto complessa e piena di significato dove la magia si mescola al mondo reale. Un film che non può non conquistarvi l’anima e il cuore.

Fotogramma de La città incantata
La città incantata (2001)

Chihiro… che nome grazioso! E ora mia cara appartieni a me. D’ora in poi ti chiamerai Sen! Capito, rispondimi Sen!

Yubaba – La città incantata (2001)

Principessa Mononoke (1997) dal 14 al 20 Luglio

Racconto dai tratti epici e fantasy ambientato nel periodo Muromachi giapponese, questo è forse il film più complesso mai realizzato da Hayao Miyazaki. Un racconto dell’inevitabile scontro tra l’uomo e la natura e dei suoi guardiani sovrannaturali che proteggono la foresta dalla continua espansione dell’uomo. Personaggi complessi e ben caratterizzati, messaggio del film molto forte, stile grafico di alto livello, insomma, un’avventura strabiliante che metterà in dubbio la vostra morale.

San e Ashitaka si salutano alla fine del film
Principessa Mononoke (1997)

Non posso perdonare agli umani le cose orribili che hanno fatto.

San – Principessa Mononoke (1997)

Nausicaä della Valle del Vento (1984) dal 25 al 31 Luglio

Il Ghibli prima del Ghibli”, definizione che ormai viaggia nell’immaginario di tutti i fan dello studio per questo film. Prodotto dal cofondatore dello studio Isao Takahata e adattamento dei primi sedici capitoli dell’omonimo manga disegnato dallo stesso Miyazaki, in questo racconto fantasy ambientato in un mondo post apocalittico sono presenti moltissimi temi che lo studio, ma soprattutto lo stesso Miyazaki, svilupperà più avanti nel corso degli anni. Una storia ricca di emozioni ma soprattutto di una bellezza grafica piena di campi lunghi che mostrano la “pace” ma allo stesso tempo la tristezza della Valle del Vento.

Nausicaä della Valle del Vento (1984)

Ho scoperto che le piante della giungla tossica non sono velenose se vivono in un ambiente puro. In sé le piante sarebbero innocue, è la contaminazione della terra che le rende mortali. Anche l’acqua e la terra di questa valle sono contaminate. Chi ha ridotto così il mondo?

Nausicaä – Nausicaä della Valle del Vento (1984)

Porco Rosso (1992) dal 1 al 7 Agosto

Basato sul manga più spensierato Hikōtei jidai creato dallo stesso regista, Porco Rosso è l’inno alla libertà di Miyazaki. Un film dove lo stesso regista ci mostra la bellezza e l’importanza dell’essere liberi e forti dei propri ideali. Un’avventura incredibile sull’adriatico dove vengono esplorati alcuni dei temi più cari al regista (il volo, la guerra) in un magico tramonto sulle ali dell’idrovolante di Marco. Una favola che ci mostra un personaggio diventato ormai iconico in un periodo storico traballante. Un’avventura indimenticabile da vivere al cinema per festeggiare il suo trentennale.

Porco Rosso (1992)

Piuttosto che diventare un fascista, meglio essere un maiale.

Marco Pagot – Porco Rosso (1992)

Il Castello Errante di Howl (2004) dal 11 al 17 Agosto.

Era difficile creare un film all’altezza della pellicola precedente (La città incantata) ma Hayao Miyazaki nel 2004, basandosi sull’omonimo romanzo di Diana Wynne Jones, riesce nell’obbiettivo creando così uno dei più poetici film dello studio. Presentato in concorso alla 61ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, l’anno successivo Miyazaki è stato premiato con il Leone d’oro alla carriera facendo così di Miyazaki l’unico regista di film d’animazione a conquistare sia l’Oscar sia il Leone d’oro. Questo è il racconto magico dell’incontro tra Sophie e Howl, due persone molto diverse ma che avranno bisogno l’una dell’altra per superare i propri demoni e “salvarsi”. Ricco di personaggi fantastici come i due protagonisti o Calcifer, il film è un’opera d’arte visiva senza tempo, una favola d’amore complessa negli argomenti ma con un cuore grandissimo.

Fotogramma de: Il castello errante di Howl
Il Castello Errante di Howl (2004)

Howl, perdonami se sono così tarda. E tu che hai aspettato per tutto il tempo.

Sophie – Il Castello Errante di Howl (2004)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.