Mercoledì – prima stagione (2022): il mondo bianco e nero…soprattutto nero di Mercoledì

Mercoledì, l'attesa serie di Tim Burton, presentata in anteprima al Lucca Comics & Games, esce su Netflix.
Condividi su

Mercoledì

Titolo originale: Wednesday

Anno: 2022

Paese: Stati Uniti

Genere: Giallo, commedia, horror

Casa di Produzione: 1.21 Films, Glickmania Media, Tee and Charles Addams Foundation, MGM Television

Distribuzione: Netflix

Ideatore:  Alfred Gough e Miles Millar

Stagione: 1

Puntate: 8

Regia: Tim Burton

Musica: Danny Elfman

Attori: Jenna Ortega, Catherine Zeta Jones, Luis Guzmán, Fred Armisen, Gwendoline Christie, Riki Lindhome, Christina Ricci

Trailer italiano di Mercoledì – prima stagione

Mercoledì, l’attesa serie di Tim Burton, esce finalmente sulla piattaforma streaming di Netflix, il 23 novembre 2022, dopo un passaggio al Lucca Comics & Games dove è stata presentata in anteprima. La serie è incentrata su Mercoledì, il personaggio più iconico e amato dal pubblico e dallo stesso Tim Burton, facente parte de “La famiglia Addams”

Trama di Mercoledì

Mercoledi Addams, dopo l’espulsione dal suo liceo per essersi vendicata del bullismo nei confronti di fratello, “mio fratello lo torturo solo io”, viene ammessa come studentessa presso la Nevermore Academy, scuola che accoglie tutti coloro che la società definisce weird. Una serie di omicidi che sconvolge la comunità locale di Jericho e un mistero che collega i suoi genitori alla scuola, sono l’incentivo perfetto che spinge Mercoledì a rimanere alla Nevermore Academy.

Wednesday 1x03
Wednesday 1×03

Recensione di Mercoledì

Già dal momento in cui era stata annunciata, sapevamo che Tim Burton (La Sposa Cadavere) avrebbe creato qualcosa di straordinario. Mercoledi, una reietta tra i reietti, Nevermore, un luogo che accoglie tutti i weird da sempre protagonisti dell’Universo filmico di Tim Burton, le tinte dark e grottesche, le musiche perfettamente calibrate di Danny Elfman (White Noise), un cast perfetto, danno vita a un whodunit con quel pizzico di soprannaturale e investigativo, che rende Mercoledì una delle serie più interessanti, originali e riuscite di Netflix. Perché concentrarsi sul personaggio di Mercoledì?

“Perché offre la possibilità di raccontare il rapporto madre-figlia che è molto più specifico e complesso di quello madre-figlio o padre-figlio” Tim Burton.

Un confronto con il personaggio interpretato da Christina Ricci (Matrix Resurrections) nasce spontaneo. I film sulla famiglia Addams hanno contribuito a creare un immaginario artistico indelebile e i suoi personaggi sono diventati iconici per la generazione degli anni Novanta. Tra questi c’è Mercoledi interpretato da Christina Ricci. Un ruolo che non solo ha lanciato la carriera artistica dell’attrice, ma, per il suo gelido volto impassibile e la sua macabra e umoristica cattiveria, è il personaggio più amato della strana famiglia ideata da Charles Addams.

Jenna Ortega (X – A sexy Horror Story), con la sua interpretazione più moderna di Mercoledì, scavalca quella della Ricci. Complice il fatto che, nella serie rispetto al film, è al centro dell’attenzione? Sicuramente. Ma Ortega da nuova luce al suo personaggio. Asociale e intollerante ai social, con la passione per i gialli, sarcastica e inquietante, la Mercoledi di Ortega diventa più reale, più magnetica, soprattutto nei primi piani, un personaggio con cui tutti possono finalmente entrare in sintonia.

La serie è un’esplosione di tutta l’estetica dark del regista. Anche i cliché che compongono uno school drama acquistano una tinta nuova. Otto puntate accompagnate dal cupo cinismo, dall’ironia e dalla genialità di Mercoledì, ricchi di colpi di scena e di ribaltamento della trama.

Wednesday. (L to R) Jenna Ortega as Wednesday Addams, Emma Myers as Enid Sinclair in episode 102 of Wednesday. Cr. Courtesy of Netflix © 2022
Wednesday. (L to R) Jenna Ortega as Wednesday Addams, Emma Myers as Enid Sinclair in episode 102 of Wednesday. Cr. Courtesy of Netflix © 2022

In conclusione

Note positive

  • L’interpretazione di Jenna Ortega
  • Le musiche di Danny Elfman
  • La regia
  • La sceneggiatura
  • La scenografia

Note negative

Condividi su
Francesca Lombardo
Francesca Lombardo

Sono di difficile interpretazione, vado contro corrente perché seguirla mi porta fuori strada.
Non ho nulla da dichiarare a livello personale, non amo descrivermi preferisco farmi conoscere, scrivere io sono, io vivo, io faccio, non fa per me la mia persona non è legata a dove vivo, cosa faccio nella vita, se preferisco il vino o la birra io sono il mio pensiero, le mie emozioni, le mie passioni che non possono essere descritte ma vissute e condivise.
La mia vita è il cinema, l’arte, la fotografia e la musica, viaggio il più possibile, mi perdo spesso e volentieri tra le pagine di un libro, ho una folle malattia per la cultura orientale… fatevi bastare questo come unica cosa che leggerete di me in questa descrizione.

Articoli: 36

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.